Cefalea muscolo tensiva: esercizi, cure e rimedi naturali

La cefalea muscolo tensiva è un tipo di mal di testa di natura muscolare molto comune. Colpisce quasi il 78% della popolazione adulta riducendo drasticamente la capacità di movimento. Le sue cause sono legate a situazioni di ansia e stress che possono essere tenute sotto controllo facendo attenzione a vari fattori scatenanti. Diverse sono le cure ma solo poche sono davvero efficaci.

da , il

    Cefalea muscolo tensiva: esercizi, cure e rimedi naturali

    Quali sono gli esercizi, le cure e i rimedi naturali della cefalea muscolo tensiva? La cefalea muscolo tensiva è il tipo di cefalea a cui ci si riferisce nel quotidiano parlando genericamente di mal di testa. La cefalea può originarsi da diversi organi o strutture corporee, ma la causa più frequente è la tensione dei muscoli e dei legamenti. Di norma, i sintomi si presentano con un’intensità moderata, simile a quello che si potrebbe avere applicando una fascia molto stretta intorno alla testa.

    Cos’è la cefalea muscolo tensiva

    La cefalea muscolo tensiva è un comune dolore alla testa che può espandersi al cuoio capelluto e al collo. Poiché a questa condizione è solitamente associata una rigidità muscolare delle suddette zone, tale tipologia di cefalea potrebbe insorgere a qualsiasi età con una maggiore preferenza in adulti e adolescenti con uno stile di vita sedentario. Nei soggetti predisposti, la cefalea muscolo tensiva cronica può presentarsi molto spesso, generalmente una o due volte a settimana, e i sintomi possono rimanere anche 1-2 giorni.

    Sintomi più frequenti

    In molti pensano che la cefalea muscolo tensiva sia un mal di testa causato dalla cervicale, ma non è sempre così, infatti i muscoli colpiti dal dolore sono maggiormente quelli della testa e del viso. Un attacco di cefalea muscolo tensiva può durare mezz’ora come una settimana, inoltre può comparire sporadicamente oppure con regolarità. Il mal di testa di solito viene descritto come moderatamente o mediamente doloroso,mentre l’intensità del dolore varia da persona a persona e, nello stesso paziente, anche da un attacco all’altro. Tra i sintomi della cefalea muscolo tensiva troviamo:

    • vertigini
    • nausea e/o vomito
    • fotofobia
    • fonofobia
    • sensazione di pressione sulla fronte
    • inappetenza

    Possibili cause

    Le cause della cefalea tensiva non sono note con esattezza. Il nome deriva dall’ipotesi passata, e ormai smentita, che la causa fosse da ricercare nella contrazione dei muscoli del collo, mentre ad oggi si ritiene che non ci sia un’unica origine scatenante per tutti i pazienti che ne soffrono, ma che, al contrario, siano numerosi e diversi i fattori. Infatti, la cefalea si verifica quando i muscoli del collo e del cuoio capelluto, per uno stress o per un altro, diventano tesi e contratti, e quindi si irrigidiscono. Ma ci sono molte altre cause che possono provocare questo tipo di cefalea, come ad esempio:

    • Raffreddore e influenza
    • Malocclusione dentale notturna
    • Problemi di vista
    • Fumare in modo eccessivo
    • Affaticarsi troppo
    • Traumi come un colpo di frusta
    • Un’infezione in corso
    • Problemi digestivi
    • Ciclo mestruale
    • L’uso di alcool
    • L’eccesso di caffeina

    Cure e trattamenti

    La miglior terapia per la cefalea muscolo tensiva nasce da un’attenta valutazione del disturbo per trovare la causa scatenante. I rimedi per questa patologia sono numerosi ma non sempre risultano realmente efficaci. La cefalea tensiva in genere non rappresenta un pericolo, ma l’impatto che può avere sulla qualità di vita dei pazienti è rilevante ed è quindi importante affrontarla nel modo corretto. Per eliminare o alleviare il dolore causato da un attacco di cefalea già in corso, sono disponibili diverse opzioni terapeutiche. Tra i principali ricordiamo:

    Esercizi

    Con una serie di esercizi mirati si può alleviare la cefalea muscolo tensiva e mantenere tonici ed elastici i muscoli di collo e spalle, riducendo in tal modo il rischio di contratture, un problema alla base di questo tipo di cefalea. Per una migliore efficacia è importante ripetete gli esercizi di seguito riportati una volta al giorno, senza mai forzare troppo il proprio corpo. La posizione di partenza è in piedi, con la colonna diritta, le spalle rilassate, la pancia in dentro e i piedi leggermente divaricati.

    • Spingere le spalle prima in avanti e poi indietro per 5 secondi, tornando sempre alla posizione di partenza. Ripetere l’esercizio 5 volte;
    • Portare le spalle prima verso l’alto e poi verso il basso, mantenendo le posizioni per 5 secondi, e riportarle in posizione naturale. Ripetere l’esercizio 5 volte;
    • Ruotare dolcemente la spalla sinistra in direzione oraria per 10 volte e poi antioraria per lo stesso numero di volte. Ripetere l’esercizio con la spalla sinistra;
    • Girare dolcemente il mento verso la spalla destra, riportarlo al centro e voltarlo verso la spalla sinistra. Effettuare l’esercizio 10 volte;
    • Mantenere il viso diritto e spingere il mento in avanti e verso il torace, mantenendo ogni volta la posizione per qualche secondo. Ripetere l’esercizio 10 volte;
    • Piegare il collo in modo da avvicinare l’orecchio destro alla spalla destra e con un movimento continuo portare il mento al centro. Eseguire l’esercizio portando l’orecchio sinistro verso la spalla sinistra e tornando sempre nella posizione centrale. Effettuare 10 movimenti prima in senso orario e poi antiorario.

    Farmaci

    Contro la cefalea muscolo tensiva ci sono in commercio diversi farmaci, sia da banco che con obbligo di ricetta medica. Tutti sono in grado di alleviare i sintomi dolorosi. Per aumentare l’efficacia dei farmaci è importante cominciare ad assumerli ala comparsa dei primi sintomi, senza aspettare che la cefalea diventi più forte. Tra i farmaci da assumere ricordiamo:

    • antidolorifici come l’aspirina, l’ibuprofene, ed il paracetamolo
    • farmaci combinati, in cui l’Aspirina, il paracetamolo o entrambi vengono combinati in un solo farmaco, aggiungendo la caffeina o un sedativo
    • triptani

    Fitoterapia

    • Vitamina B, che dona energia ai neuroni e previene il mal di testa. Una compressa da 250 mg al giorno per due settimane è l’ideale per rimettere in sesto l’organismo. Inoltre, è possibile trovare la vitamina B in alimenti quali fegato di bovino, pesce azzurro e uova.
    • Lavanda , perfetta per alleviare lo stress e la cefalea. Per assumerla si può preparare un infuso mettendo due rami secchi di lavanda in acqua bollente. Bere la bevanda la mattina e a metà pomeriggio per avere un po’ di sollievo. Inoltre, si può aggiungere dell’olio di lavanda in acqua bollente per inalarne il vapore.
    • Artemisia, ideale in caso di cefalea di tipo tensivo. Questa pianta contiene sostanze che aiutano a regolare i neurotrasmettitori del cervello e a normalizzare il flusso del sangue in questa zona del corpo. Inoltre, l’artemisia possiede proprietà antinfiammatorie, soprattutto se consumata attraverso infusi. Far bollire due fiori di artemisia in acqua e bere l’infuso a piccoli sorsi a metà pomeriggio, dopo aver lasciato in infusione per circa 15 minuti.
    • Magnesio è molto efficace per prevenire ed alleviare le cefalea muscolo tensiva e la cefalea con aura. Il magnesio è un minerale che rilassa i muscoli, allevia lo stress, calma i nervi e il mal di testa. Si può assumere mangiando riso integrale, cacao in polvere, semi di zucca, basilico essiccato, semi di lino, cumino, noci del Brasile.
    • Menta, un rimedio perfetto per curare la cefalea, in quanto rilassa e allevia il dolore. Bevendone due infusi al giorno, la mattina e a metà pomeriggio, si possono notare subito dei benefici. Sono sufficienti due cucchiaini di menta essiccata per una tazza d’acqua bollente. Lasciare riposare qualche minuto e poi bere l’infuso a poco a poco, senza fretta.

    Agopuntura

    L’agopuntura ha effetti immediati sui sintomi della cefalea muscolo tensiva, sin dopo la prima seduta, purché venga trattata la vera causa del problema. Non si otterrà alcun giovamento dall’agopuntura e neppure dai farmaci antinfiammatori, se confondiamo la cefalea tensiva con la semplice emicrania, perchè il dolore non è provocato dagli stessi meccanismi.

    L’importanza della prevenzione

    Il primo passo per una prevenzione di qualsiasi forma di mal di testa è uno stile di vita più sano. Nel caso della cefalea muscolo tensiva è necessario seguire pochi e semplici accorgimenti, come:

    • Utilizzare un cuscino diverso o modificare le posizioni che si assumono durante la notte, per cercare quelle che garantiscano una postura corretta e uno scarico della tensione della colonna vertebrale
    • Dormire un numero sufficiente di ore
    • Adottare sempre una buona postura durante la lettura, il lavoro e qualsiasi altra attività
    • Smettere di fumare, limitare gli alcolici e la caffeina
    • Seguire una dieta sana, ricca di frutta, verdura e acqua
    • Quando si lavora al PC praticare frequenti esercizi di stretching per collo, spalle e schiena
    • Praticare regolarmente esercizio fisico e aumentarne gradualmente l’intensità
    • Usare regolarmente gli occhiali se necessario e verificare periodicamente la gradazione
    • Praticare tecniche di rilassamento per imparare a gestire ansie e stress