Capelli sani e salvi con Hair Prp

da , il

    capelli hair pnp

    Puntualmente, con l’arrivo dell’autunno, molti uomini e donne lamentano un evidente indebolimento e una minore vitalità della loro chioma, che ora appare arida, senza volume e difficile da tenere in piega. In più, molti capelli restano sul cuscino e sulla spazzola. Prima di pensare con angoscia che siamo davanti ad un principio di calvizie irreparabile, consideriamo i trattamenti disponibili e affidiamoci a chi può garantirci la sua esperienza. Attualmente, in tutto il mercato internazionale, l’unica metodica realmente in grado di ridurre la perdita dei capelli sia maschile che femminile in maniera oggettiva si chiama Hair Prp e consiste nell’utilizzo di plasma arricchito di piastrine.

    La tecnica è efficace in tutti gli stadi della calvizie su base androgenetica (che nel corso della vita interessa circa l’80% della popolazione maschile ed il 50% di quella femminile), ma è comunque consigliabile non aspettare di avere un’area totalmente calva. Meglio trattare quando sono presenti diradamenti e miniaturizzazione dei fusti capillari.

    Hair Prp che agisce in modo diretto sulle cellule del cuoio capelluto e dei capelli. Un’applicazione della medicina rigenerativa basata sulle proprietà dei fattori di crescita presenti nel nostro sangue. Diversi studi hanno evidenziato che a livello del bulbo sono presenti cellule staminali dotate di recettori per i fattori di crescita. Poiché il Prp è un’ottima fonte di fattori di crescita, si è pensato di utilizzarlo per stimolare queste staminali.

    Hair Prp è una tecnica ambulatoriale che consiste nel prelevare un campione di sangue dal paziente e successivamente centrifugarlo per separare la parte corpuscolata dalla parte trasparente liquida che contiene le piastrine e i fattori di crescita.

 Il prezioso prodotto così ottenuto viene impiegato per la rigenerazione cutanea autologa (il processo di autorigenerazione del nostro corpo) mediante microiniziezioni sul cuoio capelluto del paziente.

    Tra gli effetti principali della metodica ci sono il riequilibrio del metabolismo cellulare, la stimolazione di fenomeni riparativi e l’aumento del turn-over cellulare. Per quanto riguarda l’aspetto tricologico, i benefici sono la normalizzazione della caduta dei capelli e la conversione della miniaturizzazione. In termini oggettivi l’aumento della densità può oscillare tra il 18 e il 25%. L’iniziale effetto compare a partire dal primo mese e raggiunge il suo picco da tre a sei mesi dopo il trattamento, perdurando pienamente per un anno. Ad oggi si stimano in più di un milione i pazienti sottoposti al trattamento senza effetti collaterali di rilievo e con unanime giudizio positivo sul risultato cosmetico del trattamento.

    

Il trattamento Hair Prp è molto veloce, in genere bastano trenta minuti per tutto il cuoio capelluto. La tecnica HAIR PRP è assolutamente non traumatica. Inoltre non si formano gonfiori né si prova dolore durante o dopo il trattamento. Dal punto di vista estetico, non ci sono rischi di spiacevoli inestetismi. Non occorre assolutamente ricovero o degenza e dopo l’applicazione si può tranquillamente tornare alle proprie attività. A seconda del grado di riduzione della densità dei capelli, può essere classificata in lieve, media o complessa, saranno quindi necessari uno, due o tre cicli di trattamento. Ogni ciclo prevede due sedute una ogni trenta giorni.

    Per quanto riguarda le controindicazioni, si deve evitare il trattamento durante la gravidanza, se vi sono infezioni in corso nella zona da trattare, lesioni tumorali nella zona di iniezione e quadri di piastrinopenia (quantità di piastrine sotto la media e alterata capacità coagulativa del sangue).