Cancro: un aiuto dalla cucina indiana

da , il

    Cucina Indiana

    La cucina indiana fa bene alla salute, è, infatti, un’alleata preziosa contro il cancro. A sostenerlo è una ricerca condotta recentemente dall’Università del Kansas, diretta dal dottor Shrikanth Anant e presentata durante l’Indian Science Congress, tenutosi a Chennai in India all’inizio di gennaio. Il cancro è una neoplasia molto diffusa, ma non impossibile da combattere, come ci dimostra anche la storia di Michael Douglas, qualche giorno fa ha annunciato di essere guarito.

    Il cancro è una patologia debilitante, anche se l’omeopatia si è rivelata efficace contro gli effetti collaterali dovuti ai cicli di chemioterapia e radioterapia, come la dermatite e la stomatite.

    Il team di ricercatori, sotto la guida del Anant, hanno cercato di individuare non solo uno strumento valido nella lotta contro il cancro, ma anche privo di effetti collaterali, che come sappiamo, sono spesso talmente invasivi e devastanti da compromettere seriamente la qualità della vita dei pazienti.

    La scelta degli studiosi, così, è ricaduta sulla cucina indiana, soprattutto sulle spezie largamente impiegate come il curry e la curcumina. Secondo il dottor Anant, infatti, il curry, con il suo mix di aglio, peperoni, zafferano curcuma e zenzero, sarebbe un anti-tumorale alimentare. La curcumina, dopo essere stata testata su cavie da laboratorio con ottimi risultati, è  in fase di sperimentazione su un gruppo di volontari.

    Tuttavia, il dottor Anant invita alla cautela. Ha spiegato che:

    il cancro è una malattia complessa, il suo insorgere legato ad una pluralità di cause, alcune delle quali non ancora ben definite. Perciò, per quanto promettente, la cucina indiana non è una panacea od un filtro magico. Nessuna terapia è una pallottola di argento. Deve essere una combinazione. Allora, stiamo cercando delle opzioni che possano rendere il trattamento più efficace.

    Scommetto che questo articolo vi ha fatto venire voglia di cucina indiana, eh?…