Cancro al seno, mangiare tante verdure a foglia verde aiuta a prevenirlo

da , il

    Cancro al seno prevenzione

    Il cancro al seno, “big killer” delle donne, può essere sconfitto, si può abbatterne la mortalità e proteggere la salute di questa parte del corpo femminile così bella e importante. Non è utopia, ma già realtà. La medicina sta facendo moltissimo per combattere questo specifico tumore, in tutte le sue più o meno aggressive varianti, grazie ai sempre più efficaci esami di screening diagnostico, che permettono di scoprire una neoplasia in fase iniziale, quando estirparla è più facile, e alle terapie personalizzate. Ma prima ancora, il sistema migliore per proteggerci dal cancro della mammella, è la prevenzione, che comincia con uno stile di vita salutare fin da giovani. Ad esempio, seguendo un regime alimentare bilanciato e ricco di quei cibi di cui ormai conosciamo gli effetti benefici: le verdure (specie a foglia verde).

    Prevenzione del cancro al seno, lo studio dell’ISPO

    I vegetali e gli ortaggi verdi, tra cui spinaci, lattuga, bietola, scarola, eccetera, consumati quotidianamente sia crudi che cotti, hanno un effetto estremamente protettivo sui tessuti e le cellule del seno, che così ha un rischio inferiore di sviluppare un tumore. L’ultimo studio che è riuscito a dimostrare l’efficacia preventiva di questi ottimi e gustosi alimenti, è stato condotto a livello europeo anche con la partecipazione dell’Italia, precisamente dell’ISPO (Istituto per lo Studio e la Prevenzione oncologica) di Firenze. I ricercatori italiani sono stati guidati dalla dott.ssa Giovanna Masala, e hanno coinvolto 31mila donne di età comprese tra i 36 e i 64 anni, dislocate in cinque città diverse (Torino, Varese, Firenze, Napoli e Ragusa), selezionate tra il 1993 al 1998 e tenute sotto osservazione per 11 anni. Del campione sono stati analizzati lo stile di vita, la dieta seguita negli anni, e le misure bio-antropometriche. Il focus era trovare un collegamento tra il consumo di determinati cibi (frutta e verdura di vario tipo) e le probabilità di ammalarsi di cancro al seno. Vediamo a quali conclusioni sono giunti gli studiosi.

    Prevenzione del cancro al seno, le verdure ci aiutano

    Al termine del lungo follow up, i ricercatori hanno registrato, tra le 31mila partecipanti alla sperimentazione, 1072 casi di tumore al seno, tutti in situ e invasivi. Analizzando i dati di tutte le donne campionate e mettendoli a confronto, sempre relativamente ai diversi regimi alimentari seguiti, è stato possibile isolare alcuni cibi particolarmente protettivi, tra cui, appunto, la frutta e la verdura. Ma di tutti, i più efficaci per le prevenzione del cancro della mammella, si sono rivelati i vegetali a foglia verde che le pazienti “fortunate”, consumavano in gran quantità sia crude (in insalata, come la lattuga o l’indivia), che cotte (tra cui bietole e spinaci). La gran quantità di sostanze antiossidanti presenti in questi alimenti sarebbe il segreto delle loro virtù protettive. Ma sono risultati efficaci a livello preventivo anche altri ortaggi, come i peperoni, le melanzane, le zucchine, i pomodori (specie crudi), i fagiolini e i carciofi (cotti). La prevenzione del cancro al seno comincia a tavola, ricordiamocelo.