Cancro al seno: le tinte per capelli aumenterebbero il rischio

Colorarsi i capelli con tinte sintetiche può aumentare le probabilità di sviluppare il tumore al seno. Le ricerche del senologo Kefah Mokbel hanno dimostrato il pericoloso collegamento e l'importanza di usare tinte per capelli non più di sei volte l'anno. Meglio scegliere quelle naturali.

da , il

    Cancro al seno: le tinte per capelli aumenterebbero il rischio

    Secondo l’ultima ricerca, le tinte per capelli potrebbero provocare il cancro al seno. La moda del capello colorato pare nascondere un pericoloso lato oscuro, in grado di minacciare tragicamente la salute di moltissime donne, e non solo. A confermarlo è lo specialista senologo Kefah Mokbel, del Princess Grace Hospital di Londra, il quale avrebbe scoperto che le donne che si colorano i capelli, sia a casa che dal parrucchiere, hanno maggiori probabilità di ammalarsi di tumore al seno.

    Risultati della ricerca

    «Le donne che colorano i capelli hanno il 14% in più di probabilità di sviluppare il cancro al seno». Questo ciò che ha scoperto il dottor Kefah Mokbel nel suo studio, riportato dal giornale inglese Daily Mail. Nello specifico, il problema riguarda le sostanze sintetiche all’interno delle tinture per capelli, come le ammine aromatiche, fonti di estrogeni o di sostanze che interferiscono con la regolazione ormonale.

    «Le donne non dovrebbero tingere i capelli più di sei volte l’anno se vogliono evitare il cancro». L’esperto evidenzia anche che alla base del problema c’è l’eccessivo utilizzo di certi prodotti che, nel tempo, possono incidere in modo preoccupante sulla salute, provocando appunto il tumore al seno.

    Colorarsi i capelli senza correre rischi

    Sotto accusa sono quindi le tinture chimiche, quelle comprate al supermercato o usate dal parrucchiere.

    Ma questo non vuol dire che bisogna rinunciare a tingersi i capelli. Kefah Mokbel afferma infatti che, aspettando ulteriori conferme del suo studio, è meglio «optare per coloranti naturali e sottoporsi sempre a screening preventivi dall’età di 40 anni in su».

    Via libera quindi alle tinte naturali per i capelli come henné, barbabietola, rabarbaro o tè nero, che non sono certo un rischio per la salute.