NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Calo del desiderio a causa di afa e caldo? E’ normale, ma si può combattere

Calo del desiderio a causa di afa e caldo? E’ normale, ma si può combattere
da in Estate e salute, Psicologia, Salute in vacanza, Sessualità, Caldo, calo del desiderio
Ultimo aggiornamento:

    Calo desiderio causa caldo

    Associare il calo del desiderio all’estate sembra quasi un ossimoro, un controsenso bello e buono, dato che siamo abituati ad immaginare la stagione più calda dell’anno anche come quella più bollente sotto le lenzuola. In realtà, questo può essere vero fino ad un certo punto, perché le temperature troppo elevate, come quelle sfiorate in questi giorni che hanno toccato, se non superato, quota 40°, non sono esattamente il massimo come stimolo per l’intimità. Soprattutto la vita sessuale nell’ambito della coppia potrebbe venire inibita proprio dall’afa: ci si sente fiacchi, spossati, e la voglia passa, è fisiologico.

    Non c’è nulla di male o di strano nell’attraversare una fase di stanca proprio nei mesi in cui ci si dovrebbe desiderare di più, ma non per questo non si deve far nulla per tentare di superare l’impasse. Vediamo cosa ne pensano gli esperti.

    Il problema del calo del desiderio durante i mesi estivi interessa molte coppie, non di rado proprio quelle che stanno tentando di avere un bambino, e per le quali non riuscire a cogliere i momenti migliori di fecondità della donna a causa del caldo è estremamente frustrante. Ci spiega quali sono esattamente le cause il dott. Fabrizio Iacono, docente di Urologia presso l’Università Federico II di Napoli:

    “Se è vero che nei mesi estivi la produzione di ormoni aumenta per le ore di luce in più che stimolano i centri ipotalamici, è anche vero che crescono i fattori che possono provocare episodi di disfunzione erettile occasionale o di astenia sessuale”. Inoltre, precisa l’esperto: “Oltre alla stanchezza provocata dall’alta temperatura che non aiuta gli sforzi fisici, bisogna aggiungere l’eccessiva sudorazione che ci priva dei sali minerali. Senza contare che il calore elevato agisce anche sulla fertilità maschile in quanto riduce la produzione di spermatozoi”. Se questa è la situazione, come si può cercare di combattere questa condizione di astenia davvero mortificante?

    Per combattere il calo del desiderio durante i mesi estivi si può partire dall’alimentazione, vera miniera di virtù afrodisiache: “Consiglio di mangiare cibi che contengano un buon quantitativo di sali minerali e vitamine come le macedonie di frutta e le insalatone – spiega il dott.

    Iacono – Tra gli alimenti che possono aiutare la funzione sessuale, i frutti di mare e in particolare le ostriche che sono ricche di zinco e iodio e il cioccolato ricco di feniletilamina, l‘ormone dell’amore”. Questo, a tavola.

    Ma esistono anche rimedi naturali totalmente innocui che possono davvero essere molto efficaci, come consiglia l’esperto: “un aiuto in più arriva anche dalla natura grazie a degli integratori che contengono la tradamixina, un composto brevettato che sfrutta le proprietà dell’alga Ecklonia Bicyclis, del Tribulus Terrestris e della Glucosamina, estratta dal guscio di gamberi e granchi, che favorisce il rilascio di ossido di azoto, mediatore chimico dell’erezione”. Ci sono anche alcune buone abitudini da seguire quando fa molto caldo per mantenersi arzilli, sia fuori che dentro alle lenzuola. La principale è mantenersi freschi, bevendo acqua di frequente e bagnandosi, soprattutto fronte e polsi. La natura, poi, farà il resto…

    650

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Estate e salutePsicologiaSalute in vacanzaSessualitàCaldocalo del desiderio
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI