Botox contro le rughe? Sì, ma mai prima dei 45 e non oltre i 65 anni

da , il

    Botox over 45 under 65

    Di botox e dei suoi effetti si parla ormai molto spesso, e in genere in relazione a qualche star dello show business che ne ha fatto uso, magari in modo eccessivo e sconsiderato. Ad esempio Nicole Kidman ha dichiarato di recente di essersi pentita delle “punturine”, che avevano sottratto espressività al suo bellissimo e intenso volto. Per non parlare della lega delle attrici anti botox, capitanate da un’agguerrita Kate Winslet al grido di “teniamoci le nostre rughe”! Insomma, look naturale contro bellezza contraffatta? Forse estremizzare in questo modo non ha molto senso, ma una cosa indispensabile da fare, quando si parla di trattamenti di medicina estetica, è porre l’accento soprattutto sulla sicurezza.

    L’Accademia Dermatologica Romana, Sidemast (Società Italiana di Dermatologia e Malattie sessualmente trasmesse), in collaborazione con L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) si è occupata di studiare, in questi 7 anni in cui l’uso della tossina botulinica è diventato legale in Italia, gli effetti di questo farmaco (perché tale è) sulla salute, stabilendo anche alcuni paletti. Intanto, le iniezioni di botox devono essere effettuate rigorosamente da dei professionisti:

    Dermatologi e chirurghi plastici sono i più indicati – spiega Sergio Chimenti, direttore del dipartimento di Dermatologia presso l’Università Tor Vergata di Roma – In tanti anni di applicazioni non abbiamo mai avuto effetti collaterali seri. Va chiarito che ogni trattamento dura quattro mesi. Poi il botulino viene riassorbito e non lascia traccia”. Il dott. Chimenti ci tiene a rassicurare sulla totale a-tossicità di questa sostanza: “La diffidenza iniziale era comprensibile.

    Oggi però sappiamo che si tratta di un farmaco i cui rischi sono molto vicini allo zero. Parliamo di una sostanza che si riassorbe e viene eliminata dall’organismo”. Quindi, visto che non provoca danni, via libera alle iniezioni di botulino per tutte? La risposta è no, naturalmente. Secondo gli specialisti, non si dovrebbe ricorrere a questo trattamento estetico anti-age prima dei 45 anni, e smettere dopo i 65, non perché faccia male, ma solo perché oltre questa fascia di età il botulino non ha più alcun effetto sui muscoli facciali.

    Infine, un’ultima indicazione piuttosto importante, perché riguarda gli effetti che si desiderano ottenere. Secondo i medici, la parte del viso dove le iniezioni di botox producono un risultato migliore in termini di distensione della cute e cancellazione delle rughe è la fronte, che è anche la zona dove si sente meno il fastidio della puntura e si rischiano meno disastri in termini di perdita di espressività. Donne avvisate…