Bolle sulla lingua: possibili cause e rimedi

da , il

    Bolle sulla lingua

    Arrossamenti anomali, strane bolle e vescicole in bocca, ma in particolare sulla lingua? Potrebbe essere solo un disturbo temporaneo, un’irritazione dovuta all’ingestione di cibo troppo caldo, per esempio, ma potrebbe anche trattarsi di altri disturbi del cavo orale, di allergia o stomatite. Eventualità fastidiose, per gli adulti come per i bambini. Ecco alcune delle possibili cause e i rimedi.

    La lingua

    Non è altro che un muscolo volontario o meglio di un organo costituito da 17 piccoli muscoli e rivestito da una fascia fibrosa ricoperta da una mucosa. Numerose le funzioni della lingua, dalla percezione del gusto al ruolo svolto durante la masticazione, che la rendono una protagonista preziosa del corpo umano.

    In condizioni normali, la lingua è di colore rosa, come quello delle mucose che rivestono la bocca. La sua superficie è uniforme, senza imperfezioni, e satinata.

    Quando ci sono le afte

    Le prime colpevoli, in caso di lingua infiammata e ricoperta da bolle, sono le afte, cioè piccole vescicole, che si rompono causando piccole ulcerazioni giallognole con alone rossastro, accompagnate da fastidi e bruciori. Le afte, oltre alla lingua, possono colpire anche le altre mucose del cavo orale, dalle pareti della bocca alla gengive.

    Utili contro le afte i collutori dall’azione germicida o i prodotti da applicare direttamente sulle zone interessate con l’aiuto di un pennello. In questo modo, si scongiura il propagarsi del processo infettivo e si facilita la guarigione delle lesioni, che solitamente si risolvono in una settimana.

    Se è colpa di un fungo

    La lingua è stranamente arrossata, con una colorazione che vira al rosso intenso, ma si cosparge rapidamente anche di macchie bianche e piccole bolle. Il responsabile, in questo caso, potrebbe essere un fungo, la Candida Albicans, che scatena un’infezione del cavo orale nota come mughetto.

    L’infezione può essere il risultato dell’indebolimento del sistema immunitario legato a un periodo di affaticamento, stress, o a cure debilitanti (chemioterapia, radioterapia), ma anche di una prolungata cura antibiotica, che ha alterato la normale flora orale, o cortisonica. In caso di candidosi orale, dopo la visita lo specialista solitamente prescrive l’utilizzo di un collutorio dall’azione antimicotica o soluzioni naturali a base di tea tree oil.

    Nei casi più seri

    Le bolle sulla lingua possono anche essere il sintomo più evidente e fastidioso di altri disturbi, ben più seri. Potrebbe essere una delle manifestazioni correlate all’Hiv o al tumore del cancro orale, per esempio.