Bimbo in coma a causa del batterio killer

da , il

    Batterio killer nuovi casi

    Il batterio killer non smette di creare problemi, ma sembra aver spostato il suo raggio d’azione. Se, infatti, l’epidemia da infezione di E.Coli “mutante”, in Germania sembra essersi arrestata (dopo aver provocato 50 morti e migliaia di infetti), è ora la Francia a segnalare nuovi casi. E’ di ieri la notizia di quattro nuovi contagiati dal batterio intestinale, e purtroppo uno dei colpiti è un neonato che ora è in stato coma. L’infezione pare essere davvero molto simile alla sindrome emolitico-uremica che ha creato il panico in Germania, soprattutto nella regione di Amburgo, e la cui fonte originaria è tutt’ora controversa.

    Scagionate le verdure (come i povero cetrioli spagnoli, assolutamente incolpevoli), le colpe sono poi state attribuite ai germogli di legumi, e, ora, ai semi di fieno greco importati dall’Egitto nel 2009 e nel 2010. Per quanto riguarda la Francia, i nuovi casi di contagio si sono registrati a Lille, la stessa zona dove l’epidemia era cominciata, a causa del consumo (pare) di hamburger confezionati dall’azienda francese Steak Country e distribuiti dagli hard discount Lidl.

    Come ricorderete, diverse partite di questi hamburger erano stati sequestrati dai NAS anche in Italia, ma solo a titolo preventivo, visto che, incrociando le dita, nel nostro Paese non si è verificato nessun caso di infezione da batterio killer. In Francia tra il 14 di giungo e il 1° luglio, solo nell’area di Lille (nord del Paese) sono stati registrati nove casi di infezione da E. Coli a seguito del consumo dei suddetti hamburger.

    A questi se ne sommano altri, infatti: “cinque altri casi sono stati identificati (5 adulti e un bambino), ma non sappiamo se per loro esiste un legame con l’epidemia”, hanno spiegato le autorità sanitarie francesi. Anche nella regione di Bordeaux si sono verificati altri casi di contagio che si possono far risalire ad un’infezione da batterio E. Coli, anche se non lo stesso ceppo che ha causato la sindrome emolitico-uremica.