Batteri negli alimenti: come evitarli con metodi naturali

da , il

    Conservare i cibi

    Conservare i cibi

    Ecco un rimedio naturale contro i batteri negli alimenti: tè verde, uva e spezie, una valida alternativa ai sistemi chimici e termici in grado di contrastare la contaminazione dei cibi ad opera dei batteri, un fenomeno che aumenta proprio nelle industrie. A sostenerlo è una ricerca della sezione Divisione Agricoltura dell’Università dell’Arkansas, coordinata dal professor Navam Hettiarachchy. I batteri sono organismi microscopici, che vivono su sostanze organiche in decomposizione, oppure sotto forma di ospiti o parassiti su altri esseri viventi. Tra i più comuni c’è sicuramente la salmonella, capace di annidarsi anche nel cibo per cani e gatti.

    Il team dei ricercatori ha preso in esame diverse piante e alimenti in grado di preservare i cibi dal deterioramento, evitando di usare così additivi e sostanze chimiche che determinano la perdita delle sostanze preziose contenute negli alimenti.

    I vari test condotti, infatti, hanno dimostrato l’attività antimicrobica degli estratti di tè verde, semi d’uva e spezie, contro i patogeni di origine alimentare, in grado di inibire anche la listeria. Inoltre, secondo i ricercatori, è possibile anche accoppiare gli alimenti ai prodotti chimici, in modo da migliorare l’efficacia.

    Già alcune industrie stanno iniziando a prendere in considerazione l’eventualità di adottare tali sostanze naturali per la conservazione dei cibi, anche se per il momento resta solo un’ipotesi.

    A tal proposito, il dottor Hettiarachchy ha suggerito di affiancare ai sistemi tradizionali, gli antimicrobici naturali, in modo da favorire sul lungo periodo l’adozione totale della via naturale.