Bastano 20 minuti di sole al giorno per rinforzare le nostre ossa

da , il

    Sole ossa

    Siamo talmente abituati a demonizzare il sole, da dimenticare che le ossa, così come in generale il nostro stato di salute, debbano moltissimo alla stella più luminosa della nostra galassia. Insomma, con un po’ di prudenza, naturalmente, esporsi al sole è un vero toccasana, soprattutto per prevenire malattie come l’osteoporosi, vero spauracchio di tutte le donne che entrano in menopausa. I medici britannici della National Osteoporosis Society, hanno emanato alcune indicazioni utili rivolte soprattutto alla popolazione anziana, che è a rischio di fragilità ossea a causa dell’età.

    Secondo i medici inglesi, un’esposizione ai raggi solari senza protezione (suppongo intendano non in spiaggia, sotto il sole mediterraneo, perché davvero sarebbe quanto mai imprudente non proteggere adeguatamente la pelle) per un tempo variabile tra i 10 e i 20 minuti al giorno (in primavera e in estate) sarebbe già sufficiente per prevenire il rischio di osteoporosi. Questo è possibile perché è proprio attraverso l’azione dei raggi solari che avviene la sintesi di vitamina D nelle nostre ossa, necessaria per renderle forti.

    Viceversa, una carenza di esposizione agli effetti benefici del sole, ha un effetto deleterio sulla densità ossea. A proposito della validissima indicazione degli specialisti britannici, mi permetto una precisazione, penso che per considerarsi ottimale, questa quantità di sole giornaliera, sia anche quella che si può prendere tranquillamente passeggiando anche in città, magari non nelle ore di punta, o stando in un terrazzo o punto in cui i raggi arrivino bene.

    Inoltre, questa è sempre una mia supposizione, il consiglio si intenderebbe rivolto ai cittadini britannici, per i quali trovare occasioni per accumulare un po’ di sole nelle ossa non è così facile come per noi. L’Inghilterra ha un clima piovoso, certo non soleggiato come l’Italia, ecco perché quel “senza protezione” assume un significato ben preciso (senza cappellino o indumenti troppo coprenti) che da noi forse è mano valido. Ma il suggerimento è sempre da tenere presente, perché spesso anche i nostri anziani se ne stanno troppo chiusi in casa, e questo non è salutare. Sole, quindi, con prudenza!

    Dolcetto o scherzetto?