Bambini: le canzoncine rafforzano le capacità cognitive

da , il

    Bimbi cantano

    Volete che i vostri bambini siano i primi della classe quando frequenternno la scuola elementare? Insegnate loro a cantare battendo le mani: le canzoncine sono molto utili per lo sviluppo del linguaggio e delle capacità cognitive. Lo ha rivelato lo studio di un’equipe di ricercatori israeliani della Ben-Gurion University di Negev (BGU), diretti dal dott. Warren Brodsky. Per testare l’efficacia della musica, i ricercatori hanno coinvolto diversi bambini in programmi di educazione musicale della durata di 10 settimane, che prevedavano l’insegnamento di brevi canzoni da cantare battendo le mani. I risultati non lasciano spazio ai dubbi.

    I bambini che seguono questi corsi sviluppano capacità superiori rispetto ai coetanei: una calligrafia più chiara, meno errori di sillabazione e in generale un uso più appropriato del linguaggio.

    Warren Brodsky ha spiegato che invece “i bambini che tendono non partecipare a questo tipo di attività motorio-musicale potrebbero essere più a rischio di disturbi di sviluppo del linguaggio come dislessia e discalculia. Questo perché attività come cantare e battere le mani a ritmo addestrano il cervello e aiutano lo sviluppo di determinate aree. E gli insegnanti ritengono anche che l’integrazione sociale dei bambini sia sensibilmente facilitata in questi casi”.

    In Italia programmi di educazione musicale molto simili a quelli proposti dai ricercatori israeliani sono rivolti sopratutto ai bambini dai 3 e i 5 anni. Le mamme che pensavano che la scuola materna fosse meno importante nel perscorso di crescita del bambino dovranno ricredersi.