Autismo bambini: diagnosi già a 1 anno grazie a questionario

da , il

    Autismo diagnosi

    Un semplice questionario per diagnosticare l’autismo nei bambini di un anno. A compilarlo, logicamente, i genitori del piccolo. Vi sembra un’assurdità? Tutto troppo facile? Eppure, per capire se un neonato sia a rischio di sviluppare una qualche forma di autismo, è sufficiente che la sua mamma e il suo papà rispondano ad alcune domande mirate a proposito delle abilità e delle competenze già acquisite dal loro bebè. Lo afferma uno studio americano condotto dai ricercatori dell’Università della California, pubblicato sulla rivista Pediatrics, che si è basato su una sperimentazione che ha coinvolto oltre 10mila bambini e relativi congiunti.

    Ai genitori, infatti, è stato fornito un test molto veloce da compilare, in cui si chiedeva semplicemente di fornire una valutazione su alcune abilità funzionali che i bimbi di un anno dovrebbero, mediamente, avere acquisito tutti, e che vanno dalle capacità motorie e manuali a quelle comunicative. Eventuali deficit, sono già la spia che qualcosa non va.

    Analizzando i risultati dei questionari, i ricercatori hanno individuato 184 bambini che avevano fallito i test funzionali preliminari, e così hanno deciso di seguirli fino all’età di 3 anni. Ebbene, dopo questo lasso di tempo e ulteriori esami, ben il 75% dei piccoli monitorati, aveva manifestato forme di autismo.

    “Molti studi sottolineano l’importanza di iniziare il trattamento precocemente nei casi di autismo – hanno spiegato gli studiosi californiani – e la possibilità di fare una diagnosi già quando il bambino ha solo un anno è fondamentale”. Non c’è dubbio su questo e, anzi, auspichiamo che questi semplici test diagnostici, che poi si basano soprattutto sull’osservazione, vengano al più presto diffusi anche da noi.