Aumentare il volume delle labbra: ecco come

da , il

    labbra belle carnose

    Avere labbra carnose e sensuali è il desiderio di molte donne ed è per questo che spesso ci si rivolge all’esperto di medicina estetica per risolvere al meglio il proprio sorriso: per aumentare il volume delle labbra. Spesso si richiede questo trattamento perché si hanno labbra estremamente sottili oppure semplicemente per rinvigorire l’area segnata dal tempo: le rughe del contorno labbra come quelle del contorno occhi sono tra le più rapide a svilupparsi con gli anni. Ma vediamo insieme quali sono le possibilità di intervento.

    Fillers per aumentare il volume delle labbra

    Diverse sono le metodiche per aumentare il volume delle labbra, anche chirurgiche, benché siamo abituati a pensare solo alle iniezioni locali di acido ialuronico o altri prodotti (riassorbibili o meno) che conosciamo sotto il nome di fillers. Questi devono essere privi di tossicità ed assolutamente autorizzati dal Ministero della salute. Scegliere mani esperte (di un chirurgo plastico) è fondamentale per avere la certezza di non incappare in situazioni estetiche spiacevoli, ma chiedere quale sostanza ci si fa iniettare e verificarne la qualità non guasta mai. I fillers sono indubbiamente la tecnica più richiesta per aumentare il volume delle labbra con rapidità e buoni risultati, ma non sono privi di eventuali controindicazioni o effetti collaterali, come nel caso dell’ipersensibilità nota o sconosciuta nei confronti delle sostanze (che dunque si può scoprire dopo l’applicazione) o la presenza di un’infezione. Le iniezioni non sono dolorose e non è necessaria l’anestesia locale se non per un innesto molto voluminoso in unica soluzione, per il quale può essere utile applicare creme anestetiche. In alternativa oltre ai suddetti materiali biocompatibili si può eseguire il trapianto (autologo) di tessuto (grasso) prelevato dalla stessa paziente: il cosiddetto lipofilling.

    La chirurgia per aumentare il volume delle labbra

    Se invece si vuole un risultato duraturo nel tempo e definitivo, si può ricorrere alla chirurgia. Importante sarà in questo caso un’attenta valutazione preoperatoria caratterizzata da un’analisi della simmetria del volto e delle labbra in base anche alle aspettative della donna. Per questa opzione è necessaria una anestesia locale, praticata con aghi sottili direttamente sulle labbra che vengono incise internamente per sviluppare l’effetto desiderato (una maggiore sporgenza). Le suture (invisibili si praticano con fili riassorbibili). Nel post operatorio può persistere un gonfiore eccessivo anche per quattro giorni consecutivi, ma poi tenderà a scomparire. In tutti i casi, sia di filler che chirurgici, va evitata l’esposizione al sole o alle lampade abbronzanti. Un minimo sacrificio per essere belle e che è necessario praticamente in quasi tutte le terapie estetiche. Sia che vogliate rifarvi le labbra, il seno, o un lifting, è sempre meglio aspettare i mesi autunnali. Questa estiva è magari la stagione utile per cominciare a capire quali veri cambiamenti si vogliono fare e come affrontarli, a partire dalla scelta del chirurgo plastico.

    Foto di Sunshinecity per Flickr

    Dolcetto o scherzetto?