Attenzione ai fulmini: rischi e regole

da , il

    fulmini1

    Attenzione ai fulmini. Sì, perché d’estate, con il meteo ballerino e i temporali, violenti e improvvisi, che imperversano meglio non rischiare. Ecco i rischi legati a questo fenomeno atmosferico che troppo spesso viene sottovalutato e le regole da seguire in caso di temporale per tenerli alla larga.

    Se si è a casa

    Quando si ha la possibilità di farlo, meglio rifugiarsi in casa mentre fuori imperversa un temporale. Infatti, abitazioni, ma anche uffici, scuole, negozi sono luoghi abbastanza sicuri in cui ripararsi perché sono costruiti con cemento armato, un materiale che protegge dai fulmini. Da non dimenticare, però, che esistono degli oggetti a rischio, che possono essere considerati pericolosi conduttori in grado di portare la corrente del fulmine dall’esterno all’interno, come l’antenna televisiva, i cavi telefonici, l’impianto elettrico e quello idraulico.

    Tra le cose da fare in caso di temporale e rischio fulmini quando si è in casa: spegnere il televisore, staccare la spina e l’antenna per evitare che i fulmini vengano attirati all’interno; se possibile staccare la corrente anche a tutti gli altri elettrodomestici; usare il telefono solo in caso di estrema urgenza; da preferire il cordless o il cellulare.

    Da non fare assolutamente, invece: usare apparecchi elettrici, come phon, ferro da stiro o frullatore; eseguire riparazioni elettriche a contatto con l’impianto elettrico; fare la doccia o il bagno, perché l’acqua è una buona conduttrice delle scariche elettriche; sostare su balconi o terrazzi in cui siano presenti oggetti in metallo e sporgenti, soprattutto evitare di toccarli; prendere l’ascensore, per non rischiare di rimanere intrappolati a causa di un’interruzione della corrente elettrica.

    Se si è fuori casa

    Se si è per strada in automobile, niente paura. Infatti, l’auto è un ottimo rifugio anti fulmini, perché è una gabbia metallica che respinge la corrente e la scarica a terra tramite le gomme bagnate. Ma è comunque meglio seguire alcune cautele, come chiudere finestrini, porte o portelli, on toccare parti metalliche o l’autoradio.

    Quando, invece, si è all’esterno, al parco per esempio, si è più esposti al pericolo. Per evitare ogni rischio, meglio allontanarsi dagli alberi il più possibile – gli alberi possono, infatti, essere dei conduttori per i fulmini e se colpiti possono esplodere e cercare riparo in un luogo chiuso. Da evitare anche la bicicletta, che potrebbe essere un pericoloso conduttore. Al mare, al lago o in piscina, meglio uscire subito dall’acqua e, se non si trovano luoghi riparati, il consiglio è di accovacciarsi con i piedi uniti, evitando si stare in piedi per non rischiare di fungere da punta, attirando il fulmine.