Attenzione ai cosmetici se soffrite di celiachia, ancora troppi contengono glutine

da , il

    Cosmetici celiachia

    Le persone, specialmente le donne, che soffrono di celiachia, devono stare attente ai cosmetici perché anche quelli che troviamo sui banchi delle profumerie e dei supermercati con la rassicurante dicitura “bio”, o “eco”, in realtà possono contenere delle tracce di glutine. A lanciare l’allarme sono stati i gastroenterologi americani, riusciti nell’annuale Congresso di Washington, i quali sottolineano come troppo spesso gli ingredienti di alcuni prodotti cosmetici (per il make up e per l’igiene), non siano segnalati tutti nelle etichette, cosa che espone i celiaci al rischio di ingerire involontariamente e inconsapevolmente del glutine, con tutte le deleterie conseguenze provocate sul loro organismo intollerante da questa proteina dei cereali.

    Ad essere particolarmente pericolosi sono i rossetti, i gloss, le matite e i balsami per le labbra, i collutori e i dentifrici, che in piccole dosi possono essere ingeriti dai celiaci anche tutti i giorni, se si tratta di prodotti di utilizzo abituale. Una delle gastroenterologhe che ha messo in luce il problema, la dott.ssa Marie Borum, ha citato il caso di una sua paziente, una ragazza di 28 anni affetta da celiachia, che manifestava tutti i sintomi dell’ingestione di glutine (un veleno per chi soffre di questa malattia), come disturbi intestinali e chiazze rosse sulla pelle, pur avendo eliminato dalla sua dieta quotidiana qualunque alimento recasse tracce di questa sostanza.

    “I fastidi le sono passati del tutto solo quando ha interrotto l’uso di una crema emolliente per il corpo, reclamizzata come naturale”, ha spiegato la dott.ssa. Dopo questa segnalazione, sono state fatte delle indagini sui prodotti di bellezza e per l’igiene personale delle marche più vendute negli USA, con questi risultati: “Su dieci prodotti solo due fornivano informazioni dettagliate. Mentre le indicazioni sugli alimenti sono complete, non si può dire lo stesso per i cosmetici, anche quando si tratta di prodotti che vanno in contatto con le mucose, le labbra ed il viso.

    L’industria cosmetica usa i derivati di grano, frumento, farro, segale, kamut e orzo, che possono contenere tracce della frazione lipoproteica del glutine”. Le conseguenze dell’uso costante di tali prodotti da parte dei celiaci possono essere analoghe a quelle prodotte da un’alimentazione non gluten-free, come sottolinea una collega della dott.ssa Borum, Pia Prakash: “Si ipotizza che l’ingestione accidentale di tracce di rossetti e matite, contenenti glutine, possa esacerbare i sintomi della celiachia e sono poche le aziende cosmetiche che dichiarano gluten-free i propri prodotti”.

    Non tutti, però, sono d’accordo sui possibili rischi collegati all’uso dei questi articoli da parte dei celiaci. “I cosmetici, inclusi dentifrici, rossetto e burro di cacao non comportano rischi per il celiaco e possono essere utilizzati in tranquillità”, afferma l’Associazione italiana Celiachia. In ogni modo, per chi soffra di questa patologia la cosa migliore, una volta che si sono individuato i prodotti che non danno nessun problema, continuare ad usare tranquillamente quelli senza stare a cambiare troppo spesso marche e punti vendita.