Attenzione a leggings e pantaloni stretti: fanno venire la cellulite

Secondo gli esperti, la cellulite, oltre a essere conseguenza di molteplici fattori, può essere causata da un abbigliamento troppo attillato, come nel caso di leggins e pantaloni stretti. A nulla servono creme, palestra e alimentazione sana: ad influire sulla comparsa dell'inestetismo è la compressione della circolazione sanguigna. Vediamo di capire meglio il problema.

da , il

    Attenzione a leggings e pantaloni stretti: fanno venire la cellulite

    Leggins e pantaloni stretti fanno venire la cellulite? Le estimatrici dei pantaloni super aderenti, ribattezzati “skinny”, devono purtroppo fare i conti con le recenti ricerche scientifiche, che hanno evidenziato il solido legame tra l’odiato inestetismo della pelle e l’amato capo d’abbigliamento. Il problema riguarda, in particolare, la compressione esercitata da un pantalone troppo stretto, che ostacola il flusso del sangue, impedendo all’acqua di drenare e di conseguenza rendendo più accentuata la cellulite. Ecco come.

    Cos’è la cellulite

    La cellulite, in medicina conosciuta come pannicolopatia edematofibrosclerotica, è una condizione molto diffusa tra il genere femminile, che colpisce circa l’80-95% di loro in età fertile. Tecnicamente, la cellulite consegue ad una stasi microcircolatoria dell’ipoderma, a livello degli arti inferiori, con alterazione del tessuto adiposo. La cellulite si accompagna spesso a strati di adiposità localizzata, sebbene possa manifestarsi tanto nelle donne obese, quanto in quelle normolinee o magre.

    A livello tissutale, nel momento in cui insorge la cellulite, si osserva dell’accumulo di liquido in eccesso, l’alterazioni di forma e volume delle cellule adipose e il rallentamento del flusso sanguigno con la conseguente ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

    I fattori che causano queste alterazioni epidermiche localizzate, interessano il microcircolo della massa adiposa e con il tempo determinano una compromissione anatomica e funzionale dell’unità vascolare del tessuto, che conduce all’insorgenza di problemi a carico della pelle e di alcune funzioni metaboliche.

    Perchè compare

    Ad oggi, non esiste uno specifico quadro eziopatologico che identifichi in modo unanime le cause e i fattori di rischio della cellulite. Tuttavia, è possibile identificare un insieme di cause aggravanti che ne favoriscono l’insorgenza.

    Per quanto riguarda i fattori genetici, ci sono alcune donne che presentano la tendenza ad ad accumulare maggiormente tessuto adiposo. Anche certe scelte alimentari errate possono avere come conseguenza la cellulite, in particolare l’alimentazione ipercalorica. Fattori determinanti sono poi gli ormoni femminili, cioè gli estrogeni, che agevolano la ritenzione idrica ed aumentano l’accumulo dell’adipe.

    Ci sono altri fattori che agiscono peggiorando lo stato circolatorio e rendono difficoltoso il ritorno venoso e linfatico. Tra le abitudini di vita scorrette, oltre alla sedentarietà e all’alimentazione, un elemento di forte condizionamento è dato dall’abbigliamento che provoca costrizioni, come jeans stretti, tacchi alti, calze costrittive.

    Quale correlazione tra pantaloni stretti e cellulite

    Leggins e pantaloni stretti sono una tendenza di moda molto amata dalle donne, perchè, grazie alla loro aderenza perfetta, accentuano le forme del corpo. Tuttavia, l’uso di jeans attillati implica vari rischi per la salute che molte donne ignorano.

    I pantaloni che fasciano le gambe bloccano la circolazione sanguigna, agevolando la formazione della cellulite o aggravandola. Ma non solo, perchè possono anche irritare la pelle e causare la meralgia parestesica, un’infiammazione del nervo cutaneo femorale laterale che si presenta con dolore intenso lungo la coscia a contatto con il pantalone.

    L’uso di abbigliamento scomodo e stretto fa sì che la parte inferiore del corpo sia sottomessa a una pressione costante che può danneggiare la circolazione e causare lesioni a muscoli e nervi. Alcuni dei sintomi che possono essere provocati da un uso costante dei pantaloni attillati sono:

    • Perdita della sensibilità
    • Sensazione di formicolio e intorpidimento
    • Pelle pallida
    • Dolore intenso che va peggiorando
    • Debolezza

    Quando il problema non viene affrontato subito, può diventare molto più grave, a tal punto da necessitare un intervento chirurgico per poter normalizzare la pressione sanguigna.

    Inoltre, i pantaloni attillati possono intrappolare l’umidità nella zona intima femminile e provocare irritazioni, il che, a sua volta, crea l’ambiente perfetto per la proliferazione di batteri che causano infezioni vaginali.

    Quali rimedi adottare

    I rimedi contro la cellulite sono numerosi e non sempre efficaci. Sarà necessario scegliere di seguire quelli più consoni al proprio caso. Ma è importante prima di tutto capire il motivo che ha scatenato il disturbo.

    Nel caso la cellulite fosse conseguenza di un abbigliamento troppo attillato, è necessario rivoluzionare il proprio guardaroba e vestirsi con un abbigliamento più comodo, ma non per questo meno fashion. I pantaloni a taglio classico o quelli lunghi e casual sono i più indicati durante la stagione invernale. Ma sono anche consigliati le gonne e gli shorts di cotone, che seppur aderenti alle gambe, sono più morbidi dei jeans.

    Dolcetto o scherzetto?