Astenia primaverile: cause e terapie

da , il

    Stanchezza

    Troppa stanchezza? Avete difficoltà di concentrazione? Non riuscite a tenere gli occhi aperti? Non preoccupatevi: è normale visto che siamo in primavera! Questa stagione infatti non porta solo allergie, ma anche una deciso abbattimento psico-fisico. Stiamo parlando di astenia (dal greco “a-stenos” cioè mancanza di forze). Ma di cosa si tratta? E perché capita proprio in questo periodo? Il nostro organismo ha un suo orologio biologico. Conosciamo, perché facilmente individuabili, i sintomi legati all’alternanza del giorno e della notte. Pensiamo ad esempio allo stordimento di quando viaggiando subiamo il fuso orario, o più semplicemente al risultato di una nottata in bianco.

    Quello che non sappiamo è che il nostro organismo segue anche il ritmo circannuale, cioè quello delle stagioni. Il passaggio alla primavera è quello che sentiamo di più. I motivi sono tanti: prima di tutto, come ci insegnano a scuola, questa è la stagione dei risvegli, della rinascita. Anche se non ce ne rendiamo conto, il nostro metabolismo accelera e gli ormoni vanno in subbuglio. Questo stanca il fisico, fino ad allora in letargo. Le giornate più lunghe hanno un doppio effetto: la luce stimola l’umore e crea desiderio di muoversi, di attivarsi in nuove attività e progetti e allo stesso tempo spinge ad andare a dormire più tardi.

    Non solo. Inizia a fare caldo e tutte le attività e gli stimoli quotidiani in più disturbano il sonno che, non essendo profondo, è meno ristoratore. Ma cosa fare? In genere la stanchezza passa in pochi giorni o al massimo in un paio di settimane: una camomilla o una tisana rilassante, possono già bastare per dormire meglio. Alimenti ricchi di fibre, sali minerali, calcio e magnesio, aiutano a sentirsi più in forma. Una leggera attività fisica per risvegliare i muscoli (mai prima di andare a letto) è consigliata!

    Insomma, assumere uno stile di vita sano diventa necessario. Assolutamente vietato invece usare sostanze eccitanti per tirarsi su: no alla caffeina e agli alcolici ad esempio, ma soprattutto ai sedativi e agli psicofarmaci, pericolosi per trattare una malattia passeggera. All’occorrenza il giusto make up vi aiuterà a nasconderne i segni. Se la vostra astenia non è stagionale e non passa in poco tempo invece va affrontata diversamente. Le sue cause possono essere fisiologiche, psicologiche o dovute a qualche patologia latente.

    In questi casi bisogna rivolgersi agli specialisti, che sapranno individuare e trattare le cause: dalla semplice anemia (magari dovuta ad una gravidanza) ad uno stress psicofisico, da una malattia metabolica ad una infezione, un’intossicazione o addirittura un tumore. Comunque tranquilli: ad Aprile dolce dormire!

    Foto da:

    constantlycontemplative.files.wordpress.com