Alimentazione: l’aspartame è cancerogeno?

da , il

    dolcificante

    Torna la polemica sulle presunte proprietà cancerogene dell’aspartame. Gli esperti dell’EFSA, infatti, ci vogliono vedere chiaro, valutando gli utlimi studi condotti che mettono in relazione il consumo dell’aspartame con l’insorgenza di tumori. Sono molte le persone che fanno uso di edulcoranti in sostituzione dello zucchero, soprattutto di quelli artificiali, che hanno un apporto calorico prossimo allo zero, ma dagli effetti collaterali ancora poco noti, sebbene siano diversi anni che se ne discute.

    Gli edulcoranti sono contenuti in moltissimi alimenti di uso comune, inoltre, molte diete prevedono la sostituzione delle zucchero con l’aspartame, come ad esempio la dieta tisanoreica, che permette di dimagrire senza sottoporre l’organismo a particolari disequilibri.

    Il gruppo di esperti scientifici sugli additivi alimentari e sulle fonti di nutrienti aggiunti agli alimenti della EFSA si è riunito per verificare i requisiti scientifici degli studi condotti sui dolcificanti nelle bevande e sul potenziale rischio cancerogeno dell’aspartame.

    I produttori di aspartame, rappresentati da Federchimica – Federazione nazionale dell’Industria chimica, ha rassicurato i consumatori affermando che:

    l’aspartame è sicuro e le conclusioni dello studio in questione non sono credibili: considerazioni condivise con l’Associazione Internazionale Edulcoranti (ISA). Le dosi somministrate ai topi, che hanno condotto alle allarmistiche conclusioni dello studio, sono estremamente elevate e non possono corrispondere ai livelli di esposizione raggiungibili con l’alimentazione. Anche l’EFSA nel 2009 si espresse a favore dell’uso dell’aspartame e della razione giornaliera di 40 mg/kg di peso corporeo.

    Nelk’attesa di un responso, viene da sè che una alimentazione quanto più naturale e meno “industrializzata” possibile è sempre la scelta migliore, anche perché, è inutlie demonizzare un cucchiaino di zucchero nel caffè,  quando la riuscita di una dieta non dipende certamente da questo.

    Dolcetto o scherzetto?