Antibiotici e sole: i rischi per la salute

da , il

    Antibiotici e sole rischi

    Alcuni antibiotici producono degli effetti collaterali in concomitanza con l’esposizione al sole. E’ particolarmente importante, perciò, proprio ora che stiamo per entrare trionfalmente nella pienezza dell’estate, e che molti di noi potranno finalmente andare in vacanza al mare o in montagna, tenere presente che durante le cure antibiotiche il sole può diventare nostro nemico. Infatti le molecole contenute in alcuni di questi farmaci, innescano delle reazioni avverse a causa dell’azione dei raggi UV, e queste possono essere anche piuttosto sgradevoli. Dato che nessuno ama vedersi rovinata una bella vacanza, magari attesa a programmata da tempo, per un’imprudenza, meglio informarsi sugli antibiotici che sono incompatibili con l’esposizione al sole. Approfondiamo questo argomento.

    Antibiotici e sole, quali ci possono creare problemi?

    In estate, quando il sole “picchia”, o si va in spiaggia, gli antibiotici possono creare molti problemi alla salute, a causa di fenomeni di fotosensibilizzazione. Il fatto è che alcuni specifici principi attivi, reagiscono con la luce solare, provocando degli effetti allergici che possono essere lievi, ma anche più importanti. Gli antibiotici a cui si deve fare attenzione, sono fondamentalmente i sulfamidici, i chinolonici e le “cicline”, le cui molecole possono dare reazioni di fotosensibilizzazione o di fotoallergia. Vediamo le differenze e come comportarci.

    Antibiotici e sole, le reazioni possibili

    Nel primo caso, l’esposizione alla luce diretta e forte del sole, provoca una sorta di “mutazione” del farmaco, che si manifesta come irritazione cutanea. La pelle esposta si riempie di macchie rosse o iperpigmentate, e, in rari casi, di bollicine. Il secondo caso, quello della fotoallergia, il farmaco induce una reazione del sistema immunitario, con conseguente orticaria, che può interessare porzioni di cute più vaste di quelle esposte direttamente alla luce solare.

    Antibiotici e sole, come correre ai ripari

    Che fare? A volte ci si dimentica degli effetti che i raggi solari producono sugli antibiotici, o non si legge con attenzione il bugiardino, comunque sia, non fatevi prendere dal panico, di norma le reazioni allergiche regrediscono spontaneamente una volta che si interrompe l’assunzione del medicinale. Tuttavia, onde evitare qualunque problema, e invalidare gli effetti della cura, è sempre meglio evitare l’esposizione diretta al sole, o ai raggi UV (per esempio, disertate anche i solarium) per tutto il periodo del trattamento. Il consiglio, qualora sia per voi inevitabile trascorrere del tempo al sole (magari per lavoro), è di parlarne con il vostro medico, chiedendo se il farmaco che dovete prendere può dare reazioni di fotosensibilizzazione o di fotoallergia. In ogni caso, qualunque tipo di farmaci, non solo antibiotici, stiate assumendo (per via orale o topica), ricordatevi di evitare di andare al mare in quei giorni, a titolo precauzionale.

    Dolcetto o scherzetto?