Ansia e depressione in agguato se ci si guarda allo specchio troppo a lungo

da , il

    Ansia specchio

    Specchio delle nostre brame”… ma quanta ansia e quanto stress ci hai provocato e continui a provocarci? Decisamente troppo, e per di più proporzionale al tempo che ci passiamo di fronte, così, almeno, sentenzia uno studio inglese condotto dai ricercatori dell’Institute of Psychiatry di Londra e pubblicato sulla rivista Behavior Research and Therapy. Attraverso una sperimentazione condotta su due gruppi formati ciascuno da 25 persone, invitate a guardarsi allo specchio e a indicare le proprie reazioni emotive, gli scienziati hanno potuto osservare come la propria immagine riflessa crei disagio a lungo a andare, anche negli individui più equilibrati.

    Uno dei due gruppi selezionati, infatti, era costituito da uomini e donne affetti da BDD (Distrubo da Dismorfismo Fisico), una patologia della mente che impedisce di percepire correttamente la propria immagine, che appare sempre distorta e peggiorata rispetto alla realtà. Secondo i ricercatori, se è vero che in queste persone: “guardarsi in uno specchio provoca un aumento della difficoltà”,appare altrettanto vero che anche i “sani”: “abbiano avuto una risposta simile osservando la propria immagine riflessa”.

    Insomma, la prova specchio sembra essere ardua per tutti, ma specialmente se prolungata nel tempo. Il test a cui il campione è stato sottoposto era diviso in due tranches, nella prima tutti erano invitati a quantificare il livello della propria autostima “estetica”, diciamo così, e successivamente a darsi una veloce occhiata allo specchio (25 secondi). In questa fase, le persone sofferenti di BDD hanno manifestato segni di disagio e ansia, ma non così gli altri.

    Tuttavia, nella seconda parte del test, che prevedeva una osservazione della propria immagine allo specchio per un tempo di 10 minuti, anche il campione sano ha mostrato di provare crescente senso di frustrazione e di sentirsi depresso man mano che passavano i minuti. La cosa non ha mancato di stupire gli esperti: “Le persone sane hanno vissuto di più l’angoscia quando si sono specchiati per un lungo periodo di tempo rispetto a un breve periodo”.

    In buona sostanza, poiché, come dicevano le nostre nonne, lo specchio è simbolo di vanità, oltre che uno strumento utilissimo per la toeletta, e poiché, a ben guardare, tutti i nostri difetti vengono fuori e ci assalgono, onde mantenersi sereni e non cadere vittime di inutili angosce, meglio specchiarsi giusto il tanto di controllare che i capelli siano a posto e il trucco ben fatto. E poi via, altrove!