Anche la legionella in piscina? Sì e la asl chiude la struttura

da , il

    piscina legionella

    La piscina è un luogo ideale per il batterio della legionella: un ambiente umido e con temperature che oscillano tra i 25° ed i 40° C. E così la procura di Torino in seguito ad alcuni rilevamenti effettuati dalla asl ha deciso di chiudere gli impianti di un noto circolo privato della capitale piemontese, per aver scovato colonie di legionella nella struttura. Ricordiamo che questo batterio, che colpisce l’uomo tramite inalazione o microaspirazione di goccioline d’acqua infetta, benché curabile con antibiotici, può essere molto pericoloso e provocare epidemie.

    Di fatto però hanno spiegato i gestori del circolo privato le concentrazioni batteriche più alte di legionella sarebbero state trovate nelle docce interne e nella piscina dei bambini, in disuso e manutenzione, quindi non rappresenterebbero un rischio, mentre per ciò che riguarda l’altra vasca incriminata, ovvero una attualmente in uso, una pratica di sanitizzazione è stata già fatta la settimana scorsa, prima dell’arrivo del provvedimento della procura.

    Insomma non troppa paura ma ricordate che la piscina non è di certo il luogo più salutare in cui muoversi: scegliete con cura, anche le piscine più ricche e strane del mondo, possono essere a rischio.

    Dolcetto o scherzetto?