Anche la bellissima Anna Valle vittima della colite. Tutta colpa dello stress…

da , il

    Anna Valle colite

    La bellissima Anna Valli, ex Miss Italia e attrice di talento, soffre di colite. Direte voi, e a noi che importa? Importa, perché in realtà quando una persona dello showbiz, specialmente una donna bella e giovane, accetta di parlare dei propri problemi di salute, è sempre un’ottima occasione per approfondire la patologia che crea il disagio nel “famoso”, e non solo in lui/lei. In questo caso parlare di colite non è ozioso, perché proprio come la Valli, sono tante le persone, specialmente donne, che soffrono di questa infiammazione del tessuto del colon subdola, anti-sociale, dolorosa, e, soprattutto, di origine pressoché sconosciuta.

    “Che cosa mi fa impazzire – esordisce Anna in un’intervista concessa al mensile Ok Saluteil mio colon. Irritabile, lo chiamano i medici. E’ l’aggettivo che rende l’idea: è talmente suscettibile che basta poco per mandarlo in tilt. So che è un problema diffuso per il quale, in realtà, non c’è una soluzione definitiva”. Purtroppo la bella Anna sottolinea il vero problema connesso con la malattia, ovvero che insorge quando meno te lo aspetti, e soprattutto non è affatto facile da curare, e neppure semplicemente da lenire. Il mal di pancia da colite, è proprio uno di quei disturbi che se non lo provi non capisci quanto invalidante possa essere.

    Come molti altri, anche Anna ha cominciato a soffrirne durante all’adolescenza, probabile conseguenza del naturale stress della crescita, ma una volta comparsa per la prima volta, la colite tende a recidivare, e sempre nei momenti della vita in cui si è sottoposti a particolare tensione, magari dovuta ad impegni lavorativi. Chi soffre di colon irritabile sa bene che significhi, perché il disturbo ha la pessima abitudine di comparire proprio quando ci si dovrebbe sentire al top della salute per affrontare le tante incombenze, peraltro spesso volute e piacevoli.

    Ad esempio, la Valle ha ricominciato a soffrirne proprio mentre girava l’ultima fiction per Canale5: “Qualsiasi cosa mangiassi stavo male – racconta la diva – La pasta in bianco mi creava dei problemi, l’insalatina mi metteva ko, il pollo alla griglia non mi piaceva. Ad un certo punto ho anche pensato di sottopormi ai test per le allergie alimentari e per la celiachia”.

    Tutte negative, era sempre e solo la colite, la solita colite. Che fare? La Valle tamponò il problema con una cura a base di fermenti lattici, ma in generale, per un disturbo di origine psicosomatica, che ha molto a che vedere con il proprio livello di stress, a volte la terapia migliore è rallentare il ritmo, prendersi del tempo per sé.

    “Quando sto male fermo tutto e mi sdraio, con una tazza di camomilla in mano – conclude Anna, spiegando come ha imparato a “gestire” la malattia – Mi è capitato di avere fitte per sei ore di fila: non vorrei mai dover ripetere un’esperienza così. Medicinali non ne prendo, ma per quel giorno mi impongo la cura del relax. Con il corpo non si scherza, e neppure con lo stress. Io lo so bene, e ci sto attenta”. Stiamoci attenti anche noi.