Allergie primaverili: un aiuto dalle terme

da , il

    allergia pollini

    La primavera si avvicina e con lei le temute allergie ai pollini: asma e riniti influenzano negativamente le giornate di molti di noi. Per essere precisi secondo i dati di Federasma più recenti, le cifre dei soggetti ad allergie primaverili sono in continuo aumento: al momento rappresentano addirittura il 30% della popolazione. Molti sono i bambini a soffrire di allergie causate dai pollini e questo per loro, come per gli adulti significa spesso un grande utilizzo di farmaci antistaminici.

    Ma è possibile una prevenzione attraverso rimedi semplici e naturali? Ed in corso di crisi allergica? Una buona soluzione potrebbe essere quella delle terme, o meglio delle acque sulfuree termali. “I trattamenti con acqua sulfurea salsobromoiodica in particolare, riducono la frequenza e la gravità dei sintomi, hanno azione fluidificante sulle secrezioni bronchiali alterate, sono in grado di migliorare la Clearance mucociliare, aumentano le difese immunologiche locali e sono blandamente ipoallergizzanti”. Sono le parole del Dott. Valerio Boschi, medico, idrologo e direttore sanitario di Terme di Sirmione, presso le quali è presente un servizio di allergologia realizzato in collaborazione con gli Spedali Civili di Brescia (ogni mercoledì dalle 15.00 alle 18.00 uno specialista è a disposizione per visite mirate e diagnosi).

    I trattamenti preventivi in genere vanno effettuati in periodo di quiescenza sintomatologica (dunque lontano dai periodi pollinosi) e sono convenzionati con il SSN rientrano cioè nelle cure termali effettuabili tramite ticket e consistono in vari protocolli di cura: lavaggi nasali, aerosol, inalazioni, ecc. tutto naturale al 100% a base di acque sulfuree. Dunque terapie adatte per tutte le età! Diciamo che una bella passeggiata alle Terme non guasta mai, rilassa. Potrebbe essere l’ipotesi per il prossimo week end che dite?

    Dolcetto o scherzetto?