Allergia alle punture di zanzare: sintomi e rimedi

da , il

    Allergia alle punture di zanzare

    Allergia alle punture di zanzare? Premesso che nessuno accoglie con piacere le punture di questi insetti che rendono, molto spesso, le serate estive una sorta di gioco al massacro tra pomfi e prurito. Alcune persone reagiscono decisamente peggio, complice la loro sensibilità alle punture: ecco cosa c’è da sapere sull’allergia in questione, sui sintomi con cui si manifesta e sui rimedi migliori.

    Quando si è allergici alle zanzare

    Più che allergici alle zanzare, si è allergici alle sue punture. In particolare, si parla di allergia alle punture di zanzare se si verifica una reazione anomala ed esagerata quando colpiscono.

    Ma da cosa dipende? Non dalla zanzara in sé, ma da alcune componenti che il fastidioso insetto inietta nella pelle quando punge. Giusto per entrare nel dettaglio, la reazione allergica è da attribuire, in termini di causa effetto, a un particolare antigene contenuto nella saliva della zanzara, che l’insetto utilizza come veicolo per fluidificare il sangue e per risucchiarlo più facilmente dalla sua “preda”.

    I sintomi visibili

    Quando una persona è allergica alle punture di zanzara è difficile non accorgersene, perché i sintomi sono visibili ed evidenti. Il pomfo, la normale conseguenza della puntura dell’insetto, è decisamente più esteso del normale, interessando una zona più ampia rispetto alla puntura stessa. Il rigonfiamento cutaneo, importante e caratterizzato da un arrossamento esteso, può perdurare per molti giorni, fino a una settimana. In alcuni casi, poi, oltre a prurito e fastidio possono comparire altri sintomi sistemici, come febbre e malessere generale. Molto più rare, invece, altre conseguenze e reazioni respiratore, come l’asma.

    Le cure e la prevenzione

    Se la cura più efficace è la solita consigliata in caso di allergie, cioè quella a base di farmaci antistaminici, anche i consigli più utili non sono una grande novità. Soprattutto si consiglia di giocare di anticipo o, almeno, provarci. Infatti, la prevenzione è la miglior arma per tenere alla larga il problema.

    Prevenire le punture, quindi, tentare di mettere in pratica tutti i trucchi utili per tenere a debita distanza le zanzare. Sì, ma come? Evitando di soggiornare in ambienti e località troppo umide. Proteggendosi sempre la pelle con un repellente specifico, magari anche cento per cento naturale, a base di citronella e geranio, per esempio. Preferendo detergenti neutri, creme non troppo profumate e abiti leggeri di tessuti naturali e traspiranti, perché gli odori forti così come il sudore rischiano di essere vere e proprie calamite per le zanzare.