Alimenti biologici: sono davvero più nutrienti?

da , il

    verdura biologica

    Gli alimenti biologici, sono davvero più nutrienti e gustosi di quelli tradizionali? Sembra proprio di no. Infatti, secondo una ricerca pubblicata sul quotidiano inglese “Daily Express”, l’agricoltura biologica non solo è inferiore a quella tradizionale per il sapore, ma anche per il potenziale nutritivo. La notizia non farà di certo piacere a tutti gli amanti del mangiar sano, in alcuni casi una vera e propria ossessione, che si traduce in malnutrizione.

    Il gruppo di ricercatori ha “sbugiardato” le buone intenzioni dell’agricoltura biologica, sottoponendo tre ortaggi tipici come broccoli, pomodori e patate, ottenuti sia in da agricoltura convenzionale, che prevede l’uso di prodotti chimici, che da quella biologica. Dalle analisi chimiche è emerso come i prodotti “naturali” mostrassero in realtà minori quantità di antiossidanti, rispetto a quelli tradizionali. E i tuberi, in particolare, ottenuti da agricoltura convenzionale, offrivano anche maggiori dosi di vitamina C, essenziale contro il raffreddore e l’invecchiamento precoce.

    In seguito, gli studiosi hanno sottoposto gli ortaggi al giudizio di 69 assaggiatori, che hanno espresso una maggiore preferenza per i pomodori ottenuti da agricoltura tradizionale, perché portatori di un sapore più deciso e dolce. Secondo i ricercatori, lo studio dimostra che:

    Frutta e verdura coltivate non biologicamente sono anche molto buone, la cosa più importante è mangiare questi cibi, siano essi bio o meno.

    Chiaramente, un simile giudizio non poteva non suscitare la reazione di quanti amano l’agricoltura “verde”, che hanno difeso i prodotti biologici commentando come, indipendentemente dai dati, la verdura biologica potrà anche essere meno gustosa, ma non introduce pesticidi nell’organismo di chi la consuma.