Alimentazione: il potassio riduce il rischio di ictus

da , il

    banane ricche di potassio

    Un’alimentazione con il giusto apporto di potassio, riduce il rischio di ictus. A sostenerlo è una ricerca dell’Università degli studi di Napoli, diretta dal dottor Lanfranco d’Elia e pubblicata sul “Journal of American college of cardiology”. Il potassio, infatti, aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari e coronariche. Il potassio, aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e le trasmissioni nervose, ed è essenziale per il corretto funzionamento dei muscoli, ma anche per la sintesi delle proteine. Una carenza di potassio, infatti, causa un indebolimento generale nausea, sonnolenza, stanchezza, e in casi gravi può degenerare anche in aritmie cardiache.

    L’equipe di ricercatori, ha preso in esame 11 studi di genere, cercando di individuare un possibile legame tra alimentazione e problemi a carico del sistema cardiovascolare. In questo modo, si sono resi conto come una dieta che fornisca i giusti livelli di potassio, non solo riduce in maniera significativa i casi di ictus, ma anche le malattie cardiocircolatorie e coronariche. Secondo i dati raccolti, il giusto apporto di potassio può essere raggiunto tramite l’assunzione di 5/6 porzioni di frutta e verdura.

    Gli esperti, inoltre, si raccomandano con i medici e con gli operatori sanitari riguardo ai malati di ipertensione, Per questi soggetti, infatti, è necessario ridurre le dosi di sodio, ma non di potassio, essenziale anche per chi soffre di pressione alta. Tanto più che un consumo adeguato di frutta e verdura, così come hanno dimostrato altre ricerche, è fondamentale per il benessere dell’organismo, e in particolar modo per i cardiopatici. Gli studiosi, inoltre consigliano di bere molta acqua e in generale, seguire una dieta sana ed equilibrata.

    Dolcetto o scherzetto?