Alimentazione: i bambini mangiano male? Non è colpa dei genitori!

da , il

    bambini si strafogano

    Chi ha detto che se i bambini si strafogano a tavola è sempre colpa dei genitori? Certo, a volte le abitudini malsane di mamma e papà sono un cattivo esempio per i più piccoli, ma possono influire anche altri fattori. Le abitudini e i gusti degli amici, i cibi serviti nella mensa scolastica, ma anche l’eccessiva permissività di alcune maestre (non tutte, sia chiaro!), che non pongono limiti ai bis, sono gli elementi che condizionano di più le scelte dei ragazzi. E’ la conclusione di uno studio americano dell’università John Hopkins, coordinato dal dott. Youfa Wang.

    Ai fini della ricerca, il team di studiosi statunitensi ha effettuato un’indagine approfondita, prendendo in esame i risultati di 39 ricerche effettuate negli USA tra il 1980 e il 2009. Per capire cosa incidesse maggiormente sulle scelte alimentari dei ragazzi, sono stati presi in considerazione tutti i possibili fattori: il contesto culturale, quello sociale, quello familiare e per finire il contesto scolastico.

    I risultati parlano chiaro: la famiglia influisce, ma molto meno di quanto si credesse. Il gusto e le scelte alimentari dei bambini sono condizionati soprattutto dalle abitudini degli amici e dai cibi serviti durante l’ora di pranzo trascorsa nella mensa scolastica. I menù delle mense americane vengono realizzati dai governi dei diversi stati. Stando ai risultati della ricerca, peserebbero quindi di più le politiche alimentari dei vari governi, piuttosto che le abitudini dei genitori. In altre parole, se negli USA un bambino su tre è obeso o in sovrappeso è colpa della politica! Questa tesi può essere estesa anche all’Italia? A voi l’ardua sentenza.

    Dolcetto o scherzetto?