Alimentazione: contenere la fame con l’immaginazione

da , il

    fame nervosa

    Dire NO ai morsi della fame si può, come? Grazie al potere dell’immaginazione!… non si tratta di uno scherzo, ma dell’esito di una ricerca condotta di recente dalla Carnegie Mellon University di Pittsburgh, secondo la quale, basterebbe immaginare di mangiare per sentirsi sazi, e tutto questo grazie ad un meccanismo di appagamento in grado di “spegnere” il desiderio di mangiare. A chi non è mai capitato di essere vittima dell’irresistibile voglia di qualcosa di buono? Tutte noi, sappiamo benissimo quanto sia difficile tentare di fermare la fame, un nemico per la salute e soprattutto per la nostra linea.

    Ma l’equipe dei ricercatori, coordinati dalla dottoressa Carey Morewedge, promette miracoli, così, per verificare la propria tesi, ha preso in esame un gruppo di volontari a cui è stato chiesto di immaginare di mettere in una lavatrice 30 capi e nel frattempo di mangiare tre caramelle al cioccolato.

    Successivamente, è stato chiesto loro di immaginare di mettere in lavatrice 33 capi. Alla fine, ai volontari è stata data una ciotola ricolma di caramelle. Risultato? Chi aveva immaginato di mangiare 30 o 33 caramelle ne consumava un numero assai minore rispetto a chi aveva immaginato di riempire la lavatrice e di mangiare pochi dolci.

    La dottoressa Morewedge ha spiegato che:

    il trucco funziona solo con il cibo immaginato: ad esempio, se pensate alle caramelle, non passerò la voglia di pasta.

    Dunque, per sentirsi sazie e per dimagrire senza patire la fame, non bisogna far altro che “imbrogliare” il corpo e la mente!