Adolescenti, sessualità e contraccezione: i falsi miti

da , il

    adolescenti in vacanza al mare

    Adolescenti, sessualità e contraccezione, quanti dubbi? La sessualità ormai non è più un tabù come un tempo. Purtroppo però permangono i falsi miti che si diffondono fra i giovanissimi al riguardo, frutto della carenza di una corretta informazione da parte di chi sarebbe deputato a trasmetterle (genitori e scuola) oltre che di una serie di input errati provenienti dai soliti amici che hanno già fatto “esperienza” e dal web, che secondo alcune indagini si rivela in tal senso cattivo maestro. E’ così che oggi cerchiamo di fare un pochino di controtendenza.

    Alcol e sessualità

    Uno dei primi errori (o falsi miti da sfatare) è sicuramente quello che l’alcool aiuti il rapporto sessuale. E’ vero che serve ad abbattere determinate tensioni, oltre che le ultime inibizioni, ma è anche causa fisiologica di calo della libido e difficoltà di erezione (per i maschietti), non solo sul lungo termine, ma anche in caso di una ubriacatura ad hoc. Per le donne inoltre, bere alcool espone a maggiori rischi: la violenza sessuale, la mancanza di controllo sull’uso del profilattico da parte del partner e dunque un pericolo in più di una gravidanza indesiderata (il maschio ubriaco avrà più difficoltà a praticare il coito interrotto) o di malattie sessualmente trasmissibili.

    La contraccezione e la sessualità

    Su questo argomento dominano ancora concetti molto antiquati, come quello che riguarda l’uso del profilattico che diminuirebbe la sensibilità e dunque il piacere. Care amiche di Pourfemme, convincete i vostri partner che seppur forse vero, la tranquillità giova molto di più all’atto sessuale e voi stesse convincetevi altrettanto per ciò che riguarda la pillola anticoncezionale: le nuove formulazioni hanno altresì un impatto positivo sul desiderio sessuale femminile.

    I miti più assurdi sulla sessualità e la gravidanza

    Di certo però in giro ve ne sono di falsi miti veramente assurdi! I “migliori”, in senso negativo, secondo noi di Pourfemme sono i seguenti:

    1) Se dopo un rapporto sessuale completo la donna “salta” non rimane incinta

    2) Non si rimane in stato interessante la prima volta che si fa l’amore

    3) Se si ha un rapporto sessuale in piedi si evita la gravidanza

    4) Se la ragazza non raggiunge l’orgasmo non rimane incinta

    Diciamocelo pure: sono ipotesi che non stanno in piedi, e di cui è necessario assolutamente diffidare. Lo stesso vale per altri falsi miti che solo apparentemente possono sembrare plausibili:

    1)Lavarsi con l’acqua fredda dopo il rapporto sessuale uccide gli spermatozoi

    2) Fare lavande vaginali dopo il rapporto sessuale non fa rimanere incinte

    3) Fare l’amore in acqua evita la gravidanza

    In realtà anche queste diffuse convinzioni vanno eliminate. Lo spermatozoo agisce in profondità e mira a fecondare l’uovo: non esiste acqua fredda che li raggiunga, né una doccia vaginale in grado di ucciderli. Fare il bagno inoltre non garantisce la loro dispersione all’esterno della vagina. Come chiaramente per gli esempi precedenti, non c’è forza di gravità (stando in piedi) che ne impedisca la risalita nelle tube di Falloppio o salti che li facciano fuoriuscire e l’orgasmo non ha di certo nulla a che vedere con la loro attività.

    Sessualità sicura, che fare?

    Sessualità sicura, che fare?

    Allora che fare? Rivolgersi ad un medico ginecologo, anche presso un consultorio o chiedere ai genitori, ma informarsi ed agire prontamente e con razionalità sulla sessualità sicura, libera da pericoli dovuti a gravidanze indesiderate e malattie veneree.

    Foto di Guntheranders per Flickr