Acne negli adulti: 5 perché

da , il

    acne adulto

    L’acne negli adulti? Per definizione brufoli, punti neri & co sono una sorta di condanna per la maggior parte degli adolescenti, ma in realtà c’è anche una buona fetta di adulti che, archiviata da anni la pubertà si ritrova, suo malgrado, a fare di nuovo i conti con questi odiosi inestetismi cutanei. Perché? Ecco 5 buoni, ma non troppo, motivi per cui l’acne colpisce anche le pelli più mature, con una predilezione per le donne di mezza età.

    Si tratta di acne vera e propria

    Nel 50% dei casi, secondo le statistiche ufficiali, brufoli e inestetismi cutanei infiammatori sono solo la manifestazione più evidente e tipica dell’acne vera e propria che si presenta nelle donne di mezza età soprattutto come spiacevole conseguenza di fluttuazioni e squilibri ormonali imprevisti. Per tenere sotto controllo l’acne, in questi casi, lo specialista consiglia cure ormonali e trattamenti topici a base di cortisonici.

    Colpa della guerra anti-age

    Anti-age fa rima con brufoli e imperfezioni cutanee? Non sempre, ma in alcuni casi, purtroppo sì. Sembra che alcuni trattamenti utili per contrastare i segni dell’età, che donano alla pelle più idratazione e luminosità, comportino anche alcuni rischi, come l’occlusione dei pori cutanei e la formazione di brufoli e impurità. Per evitare questi effetti collaterali, che rischiano di vanificare tutti gli sforzi, meglio scegliere con attenzione creme e detergenti, puntando su quelli senza olii e privi di ingredienti che possono peggiorare la situazione, come lanolina o alcol.

    Non è acne

    La pelle è arrossata e presenta imperfezioni purulente, ma non si tratta di acne piuttosto di una dermatite periorale, una forma di rosacea frequente nelle donne di mezza età. In questi casi, meglio rivolgersi al dermatologo per cominciare una terapia specifica.

    Tutta colpa dello stress

    Lo stress, si sa, è il principale responsabile dei problemi dell’uomo moderno. Anche quando si tratta di pelle e di brufoli. Complici tensioni emotive, stress, stanchezza e dieta poco equilibrata, la pelle può ribellarsi mostrando con evidenza piccoli e grandi reazioni, sul viso e sul collo, per esempio. In questo caso, oltre ai trattamenti topici antinfiammatori, può essere utile seguire un regime alimentare adeguato, ricco di cibi salutari, liquidi e fibre, ma povero di grassi, calorie e sostanze irritanti.

    Più specchio, più danni

    Più tempo da passare davanti allo specchio? Ottimo, perché implica più tempo da dedicare alla cura della pelle, ma pessimo se significa più tempo per martoriare ogni piccola imperfezione. Con l’età che avanza il rinnovamento cellulare cutaneo è più lento quindi ogni piccola cicatrice ci mette più tempo a guarire con risultati antiestetici evidenti.

    Dolcetto o scherzetto?