Abbronzatura: idratare per mantenerla a lungo

da , il

    L’abbronzatura va via nonostante tutti i sacrifici fatti? E’ normale amiche, capita a tutti ogni anno. Quindi non preoccupatevi, ma fate in modo che la cute torni al suo normale colore con gradualità, mantenendo il suo aspetto bello e sano. Come? Attraverso una buona idratazione. Non dovrete mai stancarvi di applicare creme nutrienti ed idratanti, sia sul viso che sul resto del corpo: più volte al giorno, anche e soprattutto quando sentite la pelle “tirare”. Significa che sta per spellarsi, è secca e disidratata. Utilizzate per questo prodotti cosmetici adatti al vostro tipo di cute.

    Lo stesso vale per i detergenti che sceglierete per lavarvi. Una buona idratazione però avviene anche e soprattutto attraverso l’alimentazione: ovviamente attraverso l’assunzione di almeno due litri di acqua al giorno, e poi con la giusta e sana dieta.

    Quale? Ma è ovvio: la stessa ricca di vitamine e frutti colorati che avete utilizzato per favorire la tintarella. Proseguite dunque su questa strada: ne continuerà a giovare anche il vostro intero organismo.

    Purtroppo l’aria condizionata della vostra macchina, dell’ufficio o del centro commerciale dove andrete a fare shopping non vi faciliterà la situazione. Un’areazione di questo tipo tenderà infatti a seccare la pelle e a farla squamare in poche ore. Se non potete evitarla, ad esempio al lavoro, portatevi la crema idratante e durante la pausa caffè andate in bagno a darvi una bella spalmata!

    Del resto un colorito omogeneo ed una pelle liscia e luminosa ci fanno sentire più belle e più sane, bisogna approfittare di queste sensazioni.

    C’è infine chi ritarda l’addio alla tintarella attraverso l’uso dei lettini solari. Ben vengano, ma senza esagerare. Un’altra alternativa è quella di lasciarsi cullare dai raggi solari fino all’ultimo giorno tiepido che ci avvicina all’autunno. Lo preferisco.

    Ma non dimenticate il consiglio più importante: prendere il sole con gradualità e le dovute protezioni solari vi permetterà di mantenere l’abbronzatura molto più a lungo.

    Questo perché il fisiologico rinnovamento delle cellule dell’epidermide si compie solitamente in un ciclo di 28 giorni. Se le cellule vengono distrutte prima dai raggi nocivi del sole e da una scarsa idratazione, ecco che le colorate particelle lasceranno il posto alle nuove più chiare, magari con un antiestetico effetto a chiazze!

    Troppo tardi non avete seguito i nostri consigli al riguardo? Peggio per voi. Sarà per il prossimo anno.

    Dolcetto o scherzetto?