Abbronzatura: i consigli per mantenerla a lungo

da , il

    abbronzatura duratura

    Con l’autunno alle porte non è più tempo, se non per pochi fortunati, di bagni di sole e di ricerca della tintarella. Ora, la vera missione, più possibile di quanto di creda, è di far durare l’abbronzatura conquistata con fatica sotto i raggi solari. Ecco alcuni consigli utili per mantenere davvero l’abbronzatura a lungo, per prolungare ancora per qualche settimana quell’effetto ambrato sulla pelle.

    Parola d’ordine idratazione

    Il primo segreto del successo, quando l’obiettivo è prolungare la tintarella anche quando si è lontani dalla spiaggia, è l’idratazione. La pelle deve essere nutrita a dovere, con generosi strati di crema idratante dopo sole, da stendere dopo ogni doccia, due volte al giorno, mattina e sera. In questo modo, si rinvigorisce il colore e si scongiurano antiestetiche desquamazioni.

    Qualche trattamento di bellezza

    Contrariamente a quanto molti credono, una pulizia approfondita della cute può far risplendere ulteriormente l’abbronzatura. Infatti, non si lava via a colpi di sapone, a patto che si scelgano i prodotti giusti (meglio evitare i detergenti dall’effetto schiumogeno eccessivo o troppo aggressivi). Il consiglio, al rientro dalle vacanze, è di concedere alla pelle un bel trattamento depurativo, un peeling o uno scrub, utile per eliminare le cellule morte e preparare la pelle a ricevere tutto il nutrimento che la crema idratante dopo sole sa offrire.

    L’alimentazione giusta

    L’idratazione della pelle, si sa, parte anche da dentro. Indispensabile, quindi, scegliere gli alimenti giusti da portare in tavola in questa fase di mantenimento del colorito regalato dal sole e dalle vacanze. Via libera all’acqua, alla verdura e alla frutta e soprattutto agli alimenti ricchi di vitamine A ed E, betacarotene, zinco e selenio.

    Igiene sì, ma nel modo giusto

    Come già accennato, se è vero che l’acqua non lava via l’abbronzatura, alcuni prodotti detergenti possono risultare deleteri. Innanzitutto, meglio preferire le docce veloci ai lunghi bagni immersi in litri di acqua bollente e bolle di schiuma, che rischiano di indebolire la pelle. Per quanto riguarda la scelta dei detergenti, poi, il consiglio per il periodo post-vacanze, è di scegliere le formulazioni più idratanti, oli o gel, piuttosto che saponi e saponette più aggressivi sulla pelle.

    Ogni raggio di sole è buono

    Chi l’ha detto che a vacanze archiviate il sole è bandito? Per dare un tocco di luminosità in più alla tintarella, meglio approfittare di ogni momento libero (anche solo mezz’ora al giorno) per godersi un po’ di sole, al parco o sul terrazzo di casa poco importa.