A scuola i medici spiegano agli adolescenti come prevenire il cancro

da , il

    scuola adolescenti prevenzione tumore

    La prevenzione dei tumori inizia sin da ragazzini. E’ nell’adolescenza che si imposta in modo determinante lo stile di vita che si condurrà poi da adulti, ed è per questo motivo che l’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) ha deciso di intervenire direttamente nelle scuole con incontri mirati all’informazione sui fattori di rischio. Nei giorni scorsi sono stati presentati i dati delle prime 7 tappe: 2.000 alunni e decine di migliaia di giovani che hanno seguito la campagna informativa online. Ne è emerso che purtroppo per il 71% degli adolescenti non ha idea di come si prevenga il cancro, ne di quali siano i principali fattori di rischio.

    Il fumo, l’alcol, dieta scorretta, sedentarietà, sesso non protetto, droga e doping sono stati definiti come i “7 autogol” che un ragazzino può farsi. Il termine calcistico è appropriato, perché gli oncologi hanno scelto di farsi accompagnare da numerosi campioni del calcio, testimonial affidabili per i giovanissimi. Non a caso la campagna informativa si chiama “non fare autogol”. Il tumore non è “roba da vecchi” lo testimonia il progressivo abbassamento dell’età di insorgenza del melanoma e del tumore al seno.