A cosa servono i blocchi nella Dieta a Zona?

da , il

    dieta a zona blocchi

    Ormai lo sappiamo, in caso di dieta a zona è fondamentale assumere i giusti nutrienti. Per essere precisi questo regime alimentare suggerisce le seguenti quantità per ogni pasto: 40 % di carboidrati, 30% di proteine e 30 di grassi. Certo è che non si tratta di impresa semplice calcolare tali rapporti. Per questo motivo sono stati elaborati i cosiddetti “blocchi”. Ogni blocco (di circa 100 Kcalorie) rappresenta un insieme di tre mini-blocchi dalle giuste quantità: 7 g proteine, 9 carboidrati e 3 grassi.

    Gli spuntini sono rappresentati da un unico blocco, mentre il pranzo, la cena e la colazione da più blocchi che vanno calcolati in base ad alcune particolarità individuali: la massa magra e la massa grassa, l’attività motoria ed il fabbisogno energetico, ecc. In genere nell’arco delle 24 ore dovrebbero essere assunti almeno 11 blocchi. Troppo complicato il concetto? Barry Sears con la sua dieta a zona concede anche di fare “ad occhio”: per le proteine la quantità giusta è quella che sta nel palmo della mano, ed i carboidrati, a seconda della tipologia in egual misura o il doppio.