5 rimedi naturali contro l’insonnia

L'insonnia è un problema che interessa quasi 12 milioni di italiani: ecco 5 utilissimi rimedi naturali per combatterla.

da , il

    5 rimedi naturali contro l’insonnia, 5 ottimi alleati offerti dalla fitoterapia per combattere i piccoli e grandi disturbi del sonno, per ritrovare la voglia e la capacità di riposare tranquilli. Perché il sonno non è un optional, anzi, è una componente della vita che non può mancare, fonte di benessere psico-fisico, di armonia ed equilibrio. Prima di affidarsi a farmaci o soluzioni più complesse per combattere l’insonnia, meglio provare uno di questi toccasana 100% naturali.

    SCOPRI QUALI SONO I CIBI DA EVITARE PER DORMIRE MEGLIO

    1. La camomilla

    Non ha bisogno di troppe premesse o presentazioni, la camomilla è il rimedio fitoterapico più conosciuto per le sue proprietà calmanti e rilassanti. Ottima alleata del buon riposo, può conciliare il sonno se assunta, sotto forma di profumato e delizioso infuso da preparare lasciando in infusione una manciata di fiori essiccati in acqua bollente per qualche minuto, ogni sera prima di andare a letto.

    2. La melissa

    Calmante, sedativa, rilassante e anche ansiolitica: la melissa è l’ideale quando i problemi di sonno sono legati ad ansia e preoccupazioni, tensioni emotive e psicologiche. Una tazza di tisana a base di estratto secco di melissa prima di andare a dormire può essere la soluzione perfetta per assicurarsi otto ore di sonno rigenerante.

    3. La valeriana

    Nota soprattutto per le sue proprietà sedative e calmanti, utili per contrastare attacchi d’ansia e tensioni emotive, la valeriana è da consigliare, grazie alla sua azione rilassante e sonnifera, anche in caso di insonnia. L’estratto fluido, ricavato dalla radice della pianta, può essere assunto ogni sera, 4-6 gocce circa, dopo cena per favorire l’addormentamento.

    4. Il biancospino

    Il biancospino può vantare benefiche proprietà calmanti, sedative e ipotensive, ideali per facilitare il rilassamento psicofisico dopo una giornata carica di stress e impegni. Per sfruttarne al meglio tutte le potenzialità, il consiglio è di sorseggiare, dopo cena ogni sera, una tazza di infuso preparato con una manciata di fiori essiccati di biancospino e acqua bollente.

    5. L’escolzia

    Meno conosciuta, forse, rispetto alle altre erbe dall’azione calmante, l’escolzia è una pianta erbacea che affonda le sue radici originariamente oltre oceano, in Nord America. Perfetta per migliorare la qualità del sonno, grazie alle sue proprietà sedative e ipnoinduttive, l’escolzia si può consumare la sera, prima di andare a dormire, come protagonista di una profumatissima tisana (5 grammi di estratto secco dell’erba in una tazza di acqua bollente).

    Dolcetto o scherzetto?