5 falsi miti sulla contraccezione

Metodi di contraccezione e credenze popolari: ecco 5 falsi miti proprio sulla contraccezione e sui rapporti di coppia.

da , il

    5 falsi miti sulla contraccezione. 5 credenze popolari e convinzioni fin troppo diffuse che vanno smentite senza diritto di replica. Ecco un quintetto di affermazioni sulla contraccezione, i rapporti intimi e il rischio che sfocino in una gravidanza più o meno desiderata, che vanno etichettate che false e tendenziose. Dall’impossibilità di rimanere incinta durante la prima esperienza sessuale all’effetto contraccettivo di lavande e docce, meglio sgombrare il campo da questi falsi miti per fare chiarezza e togliere anche qualche ombra di troppo dai metodi contraccettivi davvero efficaci.

    1. Non si può rimanere incinta la prima volta

    Una falsa credenza popolare, creata forse ad hoc per rassicurare le donne alle loro prime esperienze intime con il partner, ma del tutto priva di fondamento. Si può rimanere incinta sempre, che sia la prima volta che si fa l’amore o meno. Le probabilità che un rapporto intimo sfoci in una dolce attesa, più o meno voluta, sono una su venti, sempre, anche se per la donna è la prima volta.

    2. Lavande e docce sono metodi contraccettivi

    Altra convinzione senza alcun senso: non è assolutamente vero che fare una lavanda o una doccia accurata dopo aver consumato il rapporto è un buon metodo contraccettivo. Non c’è possibilità di interferire con la risalita degli spermatozoi e l’eventuale fecondazione con acqua e prodotti detergenti di vario genere.

    3. Il ciclo mestruale è un anticoncezionale

    Oltre a essere falso è anche una chiara contraddizione in termini. Avere il ciclo mestruale quando si fa l’amore con il partner non mette al riparo dal rischio gravidanza. Infatti, se è vero che solitamente il periodo delle mestruazioni è quello meno adatto alla fecondazione, l’eventualità non può essere esclusa con certezza.

    4. La pillola è pericolosa

    La pillola anticoncezionale, quel mostro di metodo contraccettivo? Decisamente no. Da sfatare, una volta per tutte che il contraccettivo orale, sempre più utilizzato dalle donne di tutto il mondo, sia causa di disturbi e malattie, problemi e addirittura del cancro.

    5. La pillola non fa ingrassare

    Altro elemento utilizzato per demonizzare la pillola anticoncezionale. Molte donne evitano di prenderla per paura di prendere, con questo metodo contraccettivo orale, anche molti chili di troppo. Ma anche questo dato è impreciso e fuorviante. La pillola non fa ingrassare. Soprattutto le formulazioni di nuova generazione, sempre meno invasive, possono provocare solo qualche fastidio in termini di ritenzione idrica nei soggetti predisposti, ma nulla di più.