23enne inglese muore di cancro all’utero, per i medici era troppo giovane per il pap-test

da , il

    Morta a 23 anni tumore utero

    Troppo giovane per il pap-test, ma non per il cancro all’utero che l’ha uccisa a soli 23 anni. E’ triste, e fa venire tanta rabbia la vicenda di questa bella ragazza inglese, Mercedes Curnow, originaria della Cornovaglia, che sarebbe potuta sopravvivere al tumore alla cervice (anche detto al collo dell’utero), se lo avesse scoperto in fase iniziale, ovvero quando (un anno prima della sua tragica morte), si recò dal ginecologo per degli accertamenti. La giovane, che avvertiva già qualche disturbo e voleva vederci chiaro, aveva chiesto di poter effettuare un pap-test, l’esame di screening citologico che permette proprio di evidenziare se vi siano lesioni di tipo canceroso e pre canceroso all’utero e alla cervice.

    Peccato che per la legislazione britannica le donne al di sotto della soglia-limite dei 25 anni non possano accedere al test, perché si considera troppo precoce come esame diagnostico, e non necessario. Così, la 23enne Mercedes venne rispedita a casa con tante parole di rassicurazione e poco altro. Il suo stato di salute, però, peggiorava velocemente, e finalmente, dopo il ricovero in un Centro specializzato, alla ragazza venne diagnosticato un cancro alla cervice uterina in fase avanzata.

    Siamo nell’aprile del 2010, e alla studentessa non restò che provare a sottoporsi a trattamenti di chemio e radio terapia, senza che, però, queste cure riuscissero ad avere la meglio sul male, ormai troppo diffuso nel suo corpo. Mercedes smise di lottare il 14 dicembre del 2010, tra le braccia di sua madre, la quale, ora, combatte in nome della figlia per modificare le assurde leggi inglesi.

    “Se Mercedes avesse avuto un pap-test quando ha iniziato a lamentare i primi sintomi, sarebbe viva oggi”, racconta la donna, anche perché : si tratta di un tumore aggressivo che si propaga attraverso il corpo. Prima viene fermata questa malattia e meglio è”.

    Proprio per sensibilizzare la popolazione femminile a sottoporsi ad esami ed accertamenti fin da giovani, e per creare un movimento di opinione che spinga il Parlamento inglese a modificare la normativa, permettendo alla ragazze di accedere al pap-test prima dei 25 anni, la signora Sandra Cousins, mamma di Mercedes, ha costituito una Fondazione in memoria della figlia. Accogliamo l’appello della signora Sandra, prendiamoci cura della nostra salute e richiediamo sempre tutti gli esami che sono necessari, senza paura.

    Dolcetto o scherzetto?