NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

12 usi alternativi dello zenzero

12 usi alternativi dello zenzero
da in Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:
    12 usi alternativi dello zenzero

    Lo zenzero è una spezia dalle molteplici proprietà. Oggi ne conosciamo meglio i 12 usi alternativi, da sperimentare assolutamente perchè preziosi per la salute!
    Lo zenzero è una radice originaria dell’Estremo Oriente, generalmente commercializzata in polvere, ma conosciuta anche sotto forma di olio essenziale per la preparazione di rimedi naturali, sopratutto in erboristeria. Viene impiegata solitamente come spezia in cucina, ma è nota anche come ingrediente principale in liquori e bibite, per esempio nel Ginger ale, ed è da sempre utilizzata come rimedio medico per i suoi effetti carminativi ed antinfiammatori.
    Ciò nonostante, le sue proprietà benefiche non si fermano qui. Vediamole tutte nel dettaglio.

    Grazie ai numerosi studi condotti, lo zenzero è un ottimo rimedio contro la nausea causata dal mal di mare, dalla gravidanza e dalla sedute cicliche della chemioterapia. I componenti essenziali, efficaci come anti-nausea e anti-vomito, sono gli estratti etanolico ed acetonico della radice, che si possono trovare anche integrati nelle caramelle allo zenzero, comode da portare sempre in viaggio per contrastare i fastidiosi sintomi della chinetosi.

    Da sempre, la tisana allo zenzero, bevuta la sera o dopo i pasti, favorisce e accelera il metabolismo e di conseguenza la digestione. Se unita al limone, non solo si avrà un effetto digestivo decisamente più efficace, ma si otterrà anche un effetto detox per depurare l’organismo da scorie e tossine, che appesantiscono lo stomaco e non solo. Inoltre, l’azione combinata di zenzero e limone fa bene non solo allo stomaco ma all’intero organismo.

    Grazie alle proprietà di alcune sostanze contenute nella radice, e in particolare dello zingerone, responsabile del senso di piccante dello zenzero, è possibile contrastare la diarrea, specie quella che rappresenta uno dei principali fattori di mortalità infantile nei paesi in via di sviluppo, a causa delle acque contaminate. Inoltre, bere un infuso di zenzero era già usato dalle nonne come rimedio per gli attacchi di diarrea improvvisi.

    Lo zenzero è un valido alleato del nostro sistema immunitario grazie al suo alto contenuto di vitamine, infatti già nell’antichità veniva usato per porre rimedio a sintomi quali febbre e influenza. Ancora oggi, non è strano prevenire i malanni di stagione con del tè caldo allo zenzero, in grado non solo di contrastare il raffreddore, ma anche la tosse e il mal di gola. In questo caso, un rimedio della nonna era quello di mangiare un pezzo di zenzero fresco appena cominciava a dar fastidio.

    Le proprietà antinfiammatorie dello zenzero sono molto conosciute e apprezzate da sempre, in più è un antidolorifico naturale, in grado di alleviare i fastidiosi dolori mestruali, come la dismenorrea. Il suo effetto calmante è stato osservato su un gruppo di donne che hanno assunto lo zenzero attraverso la tisana o con degli impacchi direttamente sull’addome.

    L’olio, o il suco, di zenzero viene generalmente utilizzato per lenire lievi bruciature o scottature della pelle.

    Un altro metodo per far diminuire il dolore è quello di applicare una fettina di zenzero direttamente sulla scottatura, come accade con la patata.

    Per apportare un immediato sollievo dal mal di testa, senza i soliti effetti collaterali dei farmaci, un rimedio naturale efficace è sicuramente lo zenzero, da assumere come semplice tisana per rilassare e favorire la digestione, attraverso l’applicazione di impacchi sulla testa o inalando i vapori dell’infuso appena preparato. Così facendo, lo zenzero impedisce alle prostaglandine di causare dolore ed infiammazione a livello dei vasi sanguigni.

    Lo zenzero fresco è da sempre utilizzo per tenere sotto controllo l’alito cattivo. Questo perchè, oltre a favorire il processo digestivo, come abbiamo già visto, ha la capacità di aumentare la produzione della saliva per incentivare l’assimilazione degli alimenti. Inoltre, dona una sensazione di freschezza alla bocca.

    Uno studio recente dell’Università di Sydney ha dimostrato che lo zenzero è efficace contro il diabete grazie alla sua capacità di assorbire il glucosio all’interno delle cellule. Il principale protagonista di quest’azione è il gingerolo, un particolare polifenolo, contenuto nel fusto sotterraneo della radice, che contribuisce a mantenere i corretti livelli di zucchero nel sangue.

    Molto apprezzati sono gli effetti dimagranti della radice dello zenzero. Ancora una volta, la causa è il gingerolo che grazie alle sue proprietà termogeniche accelera il metabolismo, favorendo lo scioglimento dei grassi addominali e quindi il dimagrimento. Per beneficiare di questo effetto basterà consumare decotti o tisane quotidianamente, ma è fondamentale alternare una dieta sana e un regolare esercizio fisico.

    Anni fa, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha riconosciuto lo zenzero come un alimento “sicuro”. Questo perchè è un potente antiossidante capace di abbassare la pressione alta e contrastare i radicali liberi, alleati dell’invecchiamento e delle malattie cardiovascolari, che colpiscono maggiormente le donne dopo la menopausa.

    Un recente studio danese ha evidenziato come sia facile alleviare i dolori dell’artrite con lo zenzero. L’azione antinfiammatoria, infatti, agisce sulle giunture articolari infiammate, sgonfiandole. La ricetta naturale prevede l’azione dello zenzero e della curcuma in polvere, aggiunte a un po’ d’olio di extra vergine d’oliva e acqua. Inoltre, si possono effettuare dei massaggi direttamente sulle zone interessate dall’artrite con l’olio essenziale di zenzero.

    1134

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rimedi naturali
    PIÙ POPOLARI