10 regole per lo shampoo perfetto

da , il

    Shampoo capelli

    Una chioma perfetta? Seguendo le 10 regole per lo shampoo perfetto, la missione è meno impossibile del previsto. Perché si fa presto a dire shampoo e altrettanto presto a fare errori pericolosi quando si lavano i capelli. Meglio non rischiare e osservare queste semplici regole, che più che consigli suonano come raccomandazioni perentorie.

    1. Bagnare con cura i capelli. Prima di applicare lo shampoo, la chioma deve essere bagnata con attenzione sotto l’acqua corrente.

    2. Delicatezza, non prepotenza. Non è detto che per detergere a fondo si debbano usare le maniere forti, anzi. Il consiglio è di distribuire lo shampoo con delicatezza, sia sui capelli sia sulla cute, massaggiando quest’ultima con i polpastrelli effettuando una sorta di massaggio circolare ed esercitando una leggera pressione.

    3. Evitare i lavaggi troppo frequenti. Meglio non lavare i capelli troppo spesso, per non rischiare di indebolirli; l’ideale è due volte la settimana.

    4. Nutrire i capelli. Se i capelli sono ricci, crespi o secchi, è importante utilizzare in aggiunta al normale shampoo anche un altro prodotto dall’elevato potere nutriente, come le maschere, le creme o i balsami idratanti.

    5. Le dosi contano, eccome. Per ogni lavaggio basta una sola applicazione di shampoo, che va dosato e calibrato con attenzione, per evitare di aggredire i capelli maltrattandone il ph; il consiglio è di utilizzare una noce di prodotto, prendendo le “misure” in base all’incavo del palmo della mano.

    6. La distribuzione deve essere omogenea. Fondamentale distribuire lo shampoo su tutta la testa, partendo dalla parte superiore della stessa fino alle punte dei capelli, riservando una particolare attenzione alla zona dietro la nuca.

    7. Parola d’ordine delicatezza. Mentre si applica il prodotto, meglio evitare di strofinare con forza, ma preferire un tocco delicato, per non aggredire il fusto del capello.

    8. Detersione meticolosa e scrupolosa. Il lavaggio della chioma deve essere fatto con scrupolo, senza tralasciare nessuna zona, con una particolare attenzione non solo per i capelli ma anche per la cute.

    9. L’importanza del risciacquo. Dopo lo shampoo, altra fase fondamentale è il risciacquo per eliminare ogni residuo di prodotto dai capelli: allo scopo, è preferibile lasciar scorrere l’acqua sulla chioma per almeno due minuti, verificando che si tratti di un risciacquo omogeneo.

    10. Questione di temperatura… Dell’acqua. Per il risciacquo post shampoo, meglio evitare di utilizzare l’acqua troppo calda, perché le temperature elevate rischiano di sfibrare i capelli; l’ideale è l’acqua tiepida, abbinata a una sferzata di acqua fredda per il risciacquo finale.