10 pessime abitudini igieniche da cambiare

Ecco la top ten delle pessime abitudini anti igieniche da eliminare o, almeno, da cambiare.

da , il

    Abitudini igieniche sbagliate

    10 pessime abitudini igieniche da dimenticare o, almeno, da cambiare in meglio. Perché tutti hanno alcuni comportamenti che, pur essendo corretti sulla carta, poi si rivelano delle pessime idee. Dal lavare le lenti a contatto solo con l’acqua del rubinetto fino all’utilizzo improprio del lavandino della cucina, ecco le 10 abitudini anti igieniche che andrebbero riconosciute ed evitate o almeno modificate con più attenzione.

    1. L’ombelico è un covo di batteri

    Female navel

    Forse non tutti sanno che l’ombelico può rivelarsi un covo di batteri e germi pericolosi. Complice la sua conformazione e anche la scarsa attenzione igienica, nell’ombelico rischiano di annidarsi più di duemila specie di batteri diversi.

    2. Il water aperto? Meglio di no!

    wc casa

    Lasciare il water aperto non è un’ottima idea, né per una questione estetica, ma, soprattutto, nemmeno per una questione igienica. In questo modo, si rischiano di disperdere in tutto il bagno, attraverso l’aria, micro particelle di feci, germi e batteri di vario genere.

    3. Lo shampoo tutti i giorni

    shampoo tutti i giorni

    Lo shampoo tutti i giorni non serve e, inoltre, rischia di mettere a dura prova il cuoio capelluto, stimolando la produzione extra di sebo. Bastano due o tre lavaggi la settimana per garantire la giusta dose di igiene alla chioma.

    4. Lavare le lenti a contatto con l’acqua

    lenti a contatto

    L’acqua del rubinetto non basta per lavare le lenti a contatto. Così facendo si espongono gli occhi a un elevato rischio di infezioni.

    5. Mangiare il cibo caduto a terra

    cibo a terra

    Una volta caduto a terra il cibo andrebbe gettato nell’immondizia. Perché, anche se molti pensano che raccogliendolo rapidamente si evitano rischi, è meglio sapere che appena tocca il suolo l’alimento in questione ne raccoglie il 99% di germi e sporcizia varia.

    6. Gli asciugamani nei bagni pubblici

    asciugamano

    Asciugare le mani con l’aria calda nei bagni pubblici non è una buona soluzione a livello igienico. Meglio scegliere gli asciugamani di carta usa e getta.

    7. L’utilizzo dei bagni pubblici

    Bagni Pubblici

    Sciacquoni, maniglie e rubinetti nei bagni pubblici potrebbero essere pericolosi ricettacoli di batteri fecali e germi di vario genere, quindi vanno toccati con cura.

    8. Il lavandino della cucina

    lavello cucina

    È, anche se molti non lo sanno, uno dei luoghi più sporchi della casa, quindi, meglio evitare di utilizzarlo come un contenitore di alimenti da consumare. Inoltre, il lavandino della cucina andrebbe lavato con cura, con un detergente specifico e antibatterico, tutti i giorni.

    9. Lo spazzolino da denti

    spazzolino

    Lasciare lo spazzolino da denti in balia dei venti in bagno rischia di farlo diventare una calamita per germi e batteri. Allo stesso modo, però, potrebbe essere rischioso anche coprirlo completamente senza farlo asciugare prima. Quindi, meglio scegliere le coperture per gli spazzolini provviste di aperture.

    10. Nessuna cura per la lavatrice

    lavatrice4

    Per assicurare alla lavatrice la sua funzione in condizioni igieniche ottimali, meglio riservarle qualche attenzione extra, come lavaggi igienizzanti con aceto e ad altissime temperature o pulizie periodiche approfondite.